Taj Mahal ad Agra: cosa devi sapere

Sara

Una zingarella vegetariana a spasso per il mondo

52 Risposte

  1. Elisa ha detto:

    Oddio ma che meravigliaaaaa! Anche io vorrei un sacco vederlo, lo dico da anni! E vedere che sei riuscita a realizzare il tuo sogno, non può non farmi sperare di poter fare altrettanto!! 🙂 Mi piace molto l’articolo perchè davvero scorrevole 😀

  2. anna di ha detto:

    che meraviglia il Taj mahal ma ancora di più questo articolo, ricco di informazioni che non conoscevo. leggerti è stato come aprire un libro, ho scoperto cose nuove ed è stato come essere li con te! hai fatto un viaggio invidiabile 🙂

  3. Rocio ha detto:

    Il mio sogno fotografarlo!! Prima o poi accadrà!! No non sapevo dell’esistenza di una versione baby! Utile informazione!!

  4. Claudia ha detto:

    Ma quante notizie che no sapevo sul Taj Mahal! Voglio andare presto anche io….

  5. Ilona ha detto:

    E’ stato davvero un piacere leggerti! Non sapevo della storia splatter… però mi chiedo… davvero stai indossando dei calzini giallini con delle infradito? O e un illusione ottica….

  6. Elena ha detto:

    Più che il Taj Mahal è appassionante la tua storia! Come ti mantenevi là, ci hai lavorato? Tornare 3 volte in un paese significa esserne proprio innamorati…

    • Sara Chandana ha detto:

      Ciao Elena! Veramente ci sono stata 4 volte e sto programmando la numero 5! Ma conosco amici che ci vanno da 20 anni! Io lavoro d’estate e a Natale e metto da parte i soldi per i viaggi. Vivo molto sobriamente, dovendo scegliere non spendo soldi in beni materiali come vestiti e cellulari ultima moda. Preferisco investirli nei viaggi. E poi quando in viaggio ho la possibilità di svolgere qualche lavoretto lo faccio con piacere. 😉

  7. Valentina ha detto:

    Anche io voglio vedere e immortalare il Taj Mahal! Bellissimo questo tuo racconto, mi ha fatto volare con la mente in questo luogo magico!

  8. Crackita ha detto:

    L’India è una meta che continuo a posticipare perché viaggio da sola. Credi potrebbe essere adatto per una donna sola?

  9. sheila ha detto:

    che meraviglia Agra mi piacerebbe tantissimo andarci un giorno, un’esperienza davvero unica complimenti davvero

  10. irene ha detto:

    L’ho solo studiato sui libri di architettura…ma il mio sogno sarebbe quello di visitarlo personalmente! Gran bel viaggio, complimenti!

  11. Sara ha detto:

    Complimenti per l’articolo! Molto carino, spiritoso, utile e racconti di tante curiosità che non conoscevo proprio sul Taj Mahal.
    Spero di poterci andare tra non molto…

  12. So abbastanza su Agra perchè ho un amico indiano che me ne ha parlato e mi ha mostrato le foto. Non ci sono ancora stato ma vorrei davvero visitare il Taj, è qualcosa di fenomenale!

  13. FRANCESCA MARIA ha detto:

    Un viaggio bellissimo complimenti, sarebbe davvero un sogno poterci andare. Molto intrigante anche il racconto della sua storia e della famiglia dell’imperatore.. Davvero pazzesca =)

  14. Federica ha detto:

    L india deve essere meravigliosa e sicuramente una delle mete da dover visitare almeno una volta nella vita..tu hai battuto ip record con 4 volte hahah…complimenti

  15. Raffi ha detto:

    Che bello questo post. Anche se l’India non è tra le mete che metto al primo posto, tutte le cose che ho letto nel tuo post mi hanno intrigato. A partire dagli albergatori che fanno ammalare i clienti per costringerli a soggiornare in un luogo che altrimenti sarebbe solo di passaggio, fino al mausoleo dell’amore eterno e al monumento travestito da pila di bambù per proteggerlo dai bombardamenti. Grazie, grazie, grazie!

    • Sara Chandana ha detto:

      Ciao Raffi, ci tengo a precisare che non so se effettivamente gli albergatori facciano ammalare i clienti, potrebbe essere una leggenda metropolitana. Per quanto riguarda la pila di bambù è vero, ci sono diverse foto in rete! Che geni!

  16. Sabina Samogin ha detto:

    Tutta l’India è una destinazione che ho a cuore ma non ho ancora affrontato, intanto leggo attentamente i tuoi di viaggi in India e i tuoi suggerimenti…

  17. Sara ha detto:

    Che bellissima avventura, per tornarci così tante volte sicuramente è per noi che non ci siamo mai stati un posto magico! Ti invidio per esserci stata così tante volte, io prima o poi ci andrò, me lo sono promessa.

  18. Gabriella ha detto:

    Ebbene si… anche io voglio vedere e immortalare il Taj Mahal… tutto stà ad organizzare il viaggio!! Ho apprezzato molto il tuo articolo, complimenti

  19. Veronica ha detto:

    Mi piacerebbe un sacco vivere la magia di questo monumento maestoso! Mi ha sempre affascinato la sua storia così romantica, una poesia!

  20. Federica ha detto:

    E’ anche uno dei miei sogni!
    Non conoscevo tutte le curiosità che hai scritto e non avevo idea del lato sanguinoso legato a questo luogo incantevole..
    Chissà se riuscirò mai a vederlo 🙂

  21. Visitare il taj mahal è tra i miei sogni. Un po’ ho sognato anche leggendoti

  22. L’amore porta sempre cose belle, anche se a volte pagate ad un caro prezzo.

  23. Stefania ha detto:

    è straordinario, prima o poi anch’io andrò a vederlo! è da tanto che ci penso, l’India mi ha sempre attirata molto fin da bambina

  24. Faenza Silvia ha detto:

    Che bell’articolo. Ogni volta che leggo qualcosa sull’India, penso a Jules Verne e al giro del mondo in 80 giorni, quel libro mi ha conquistata sin da quando ero bambina, volevo essere anche io come Phileas Fogg. XD Grazie per il tuo articolo, spero che un giorno mi possa essere utile.

  25. Cristiana ha detto:

    Sapevo che era stato costruito come monumento funebre per una donna molto amata. Ma come tutte le megalomanie anche il Taj Mahal doveva nascondere qualche brutta storia…e tu lo confermi

  26. sabrina barbante ha detto:

    Mi soffermo sulla dolcezza del monumento all’amore eterno… sintomatico di quanto la persona più potente sia miserabile senza la persona amata (e di quanto, per quanto possiamo essere femminazze epiche, 14 parti portano a fare una brutta fine)

  27. Manuela ha detto:

    Oddio che bello,piacerebbe anche me un sacco fotografarlo pensa che foto stupende riesci a fare….sì è un mio piccolo sogno anche questo e tu sei stupenda che sei riuscita a realizzare i tuoi!

  28. Clara Nubile ha detto:

    Come sempre, un articolo (molto più di un post), ben equilibrato, con gli ingredienti ben dosati (come le spezie indiane, quando cucinano le donne rajasthane), unendo aneddoti e storie di viaggio tue a informazioni utili. Io lo vidi quasi vent’anni fa il Taj Mahal in una giornata di pioggia e nuvole. Mi colpì perché non mi aspettavo tanta bellezza. (Avevo qualche pregiudizio negativo).

    • Sara Chandana ha detto:

      Grazie Clara, davvero. Le donne rajasthane hanno una tale maestria nel dosare le spezie! Sono onorata di questo accostamento. Mi piace raccontare i luoghi che vivo così, come diari emozionali nei quali aggiungo un pizzico di informazioni utili e aneddoti.
      È bello rompere i pregiudizi e ammetterlo è indice di consapevolezza e saggezza.

  29. sandra ha detto:

    tutte le volte che approdo tra le tue pagine l’India mi bussa nel cuore.. Io ho visto il Taj Mahal e ne sono rimasta estasiata, non l’avrei mai detto perché ho imparato a farmi aspettative. C’era una folla oceanica, ma ho sentito il silenzio e la pace, ho camminato sul marmo bianco, incantata.
    Spero di tornare in India, ci ho già provato due volte ma non è andata..

    • Sara Chandana ha detto:

      L’India è una maga che ti chiama quando decide lei. Conosco bene questa sensazione perché dopo il primo viaggio ho dovuto patire un po’ prima di tornarci. Ma ci tornerai, al momento giusto. Ne sono sicura.

  30. Benedetta ha detto:

    Che bello il tuo post!Compresi i dettagli sanguinolenti… Viene voglia di partire subito e scoprire un paese che deve essere splendido. ..

  31. Laura ha detto:

    Il Taj Mahal e’ una delle cose che mi attira piu’ dell’India. Vederlo deve essere davvero un’esperienza che rimane impressa. Non conoscevo tutte le curiosita’ sulla sua costruzione, che comunque non tolgono fascino a questo monumento.

  32. Giulia ha detto:

    Anch’io sogno di vedere il Taj Mahal prima o poi. Certo è che non sapevo assolutamente di questo aspetto così sanguinoso della sua costruzione, che lo rende decisamente poco romantico!

  33. Ma la storia del tagli edelle mani, è vera o una leggenda indiana? O-o;

  34. Valeria ha detto:

    Non conoscevo tutte queste curiosità e storie inquietanti sul Taj Mahal! Vederlo dal vivo dev’essere senza prezzo. Peccato per i danni derivati dall’inquinamento..domanda stupida: le scarpe le lasci all’ingresso o te le porti in giro in un sacchetto? Dopo aver visto che fine fanno in The Millionaire mi sono sempre chiesta se davvero rischi che te le rubino o no XD

  35. ingrid Mestrinaro ha detto:

    Mi hai aperto un mondo! Ovviamente conoscevo questo mausoleo ma non tutti gli intrighi che ci stanno dietro. Conoscevo solo la storia straziante dell’amata moglie.

    • Sara ha detto:

      Sono notizie di controtendenza, me le ha raccontate un amico di Agra che poi è anche il fondatore della scuola di yoga che ho frequentato.

  36. Simona Lo Nero ha detto:

    Posso solo immaginare l’emozione che si prova al suo cospetto. Grazie alle tue parole ho scoperto delle informazioni di cui non ero a conoscenza… Informazioni che non fanno altro che aumentarne il fascino 🙂

  37. Alice ha detto:

    Hai fatto davvero una “signora esperienza “!! L’India con le sue meraviglie (e il Taj Mahal ovviamente) sono il mio sogno da una vita. Spero di realizzare questo sogno prima o poi. Molto interessante tutta la storia e chissà quanto altro potrà esserci . Grazie per aver condiviso la tua esperienza

  38. Pass for Two ha detto:

    Questo è uno dei migliori articoli che io abbia mai letto! Complimenti davvero. La tua esperienza mi ha colpita tantissimo, per non parlare della storia di sangue dietro il Taj Mahal. Interessantissimo è riduttivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *