India Segreta

  • 16387977_1339259899427814_3994026786748077470_n
  • houseboat_cruise_25

L’ ispirazione scaturisce da un libro

Il titolo di questo post, India Segreta, è preso in prestito da un libro di Paul Brunton. Ho acquistato questo volume a Tiruvannamalai, nell’ashram di Ramana Maharshi, maestro di Advaita Vedanta, in Tamil Nadu per pochissime rupie. Era il mio primo viaggio in India e mi sentivo a casa. Una casa lontana da casa, sempre nel mio cuore.

India, India, | quante volte ti ho vista sulla cartina | e ti ho sottovalutata! Elio e le Storie Tese Condividi il Tweet

Sebbene siano passati molti anni dalla stesura del libro e tante cose siano cambiate, insieme alle diverse Indie che ogni viaggiatore scopre attraverso i suoi occhi, esiste ancora un’ India Segreta. Puoi conoscerla slegandoti dalle immagini patinate offerte sui cataloghi di viaggi, dai giudizi e pregiudizi da occidentale su questo paese incredibile che è molto di più che un semplice puntino sulla cartina geografica.

India Segreta, dove?

Lascia perdere i giudizi di chi ti dice che Goa non è India oppure il Rajasthan è solo un luogo turistico. Queste affermazioni possono essere vere solo in parte, se ci si ferma ingenuamente alla superficie. Sono diversi volti del subcontinente, forse necessitano solo di più tempo per essere conosciuti nel loro cuore.

L’India è composta da tanti piccoli pezzettini, ognuno contiene a sua volta diverse realtà. Tu cosa cerchi? Che intento vuoi dare al tuo viaggio? O non vuoi darne alcuno?

Posso dirti, per quanto riguarda la mia piccola esperienza ( 3 viaggi in India per un totale di 8 mesi nel subcontinente e tantissimi racconti di amici cari che in India ci hanno vissuto. Chi per lavorare, chi con Osho, chi come sadhu ) che l’India, come uno scrigno prezioso, cela diversi segreti. Forse non è nemmeno il caso di parlare di un’ India Segreta.

Indie Segrete

  • Goa

Forse è più appropriato parlare di Indie Segrete. Goa, per esempio, conosciuta per i party selvaggi e le spiagge popolate soprattutto da russi nasconde anche una parte timida e mistica. Offre una natura selvaggia incantevole, aree silenziose e pacifiche. Amo Goa perché fin dal mio primo viaggio si è rivelata a me in questo modo.

La mia Goa parla di frangipani profumati e fragore delle onde la notte, che fanno da ninna nanna, quando il mare sembra sul punto di assalirti nel tuo letto spartano. Di piccoli villaggi nella giungla dove non c’è nulla eppure lì ti senti ricchissima e fortunata. Di meditazione e musica.

Goa Segreta

  • Rajasthan

Sono andata in Rajasthan durante il terzo viaggio e lo ammetto, da un lato mi sentivo curiosa di conoscere questo mondo e dall’altro avevo dei pregiudizi perché ne avevo sempre sentito parlare come un luogo troppo assalito dal turismo selvaggio. Eppure fin dai primi istanti in cui ho visto questa terra dai vetri del bus notturno ho sentito di trovarmi in una dimensione fiabesca. Per fiabesco non intendo perfezione, parlo di una fiaba dove sogno e autenticità vanno a braccetto.

In particolare a Jaisalmer sono accadute cose incredibili, ho assaggiato quell’India Segreta che, per forza di cose, sfugge al turista veloce ma non al cercatore lento. Ho avuto a che fare con diversa gente del posto che mi ha commossa per la sua ospitalità sincera e per modi di fare che noi occidentali, in generale, abbiamo perso. In India, infatti, esiste un proverbio: “L’ospite è Dio”.

  • Karnataka

Amo il Karnataka, questo stato a sud, poco sopra il Kerala. Sono stata due volte ad Hampi, uno dei più antichi villaggi sulla terra, e qui ho scoperto un’altra India Segreta. Si trova fuori dalla zona turistica, basta noleggiare un motorino e scoprirla tra i sassi giganti che ti parlano di antiche leggende e misteri. A Gokarna ho vissuto avventure di cuore, e non intendo favole da luna di miele. Ho ritrovato e conosciuto persone meravigliose che per me sono stati dei veri e propri angeli durante il viaggio con cui andare alla scoperta di luoghi incantevoli.

Hampi

  • Kerala

Il Kerala è un oasi verde, recentemente scoperta dal turismo ma che presenta ancora aree incontaminate. Si tratta dello stato indiano con il tasso di alfabetizzazione più elevato e pioniere del turismo responsabile in India dove le backwaters, un reticolato di laghi e lagune collegati da canali, sono l’orgoglio di stato. Il Kerala si trova nella mia lista dei desideri da troppo tempo e sento che è arrivato il momento di scoprire questo stato nel profondo sud. Se vuoi aiutarmi ad andarci e leggere le avventure indiane sul blog puoi farlo perché sto partecipando al concorso Kerala Blog Express 

Foto da Kerala Tourism


In realtà non basterebbe una vita per citarti solamente le Indie Segrete, il fine di questo post è poterti dare uno spunto e rimarrà comunque in evoluzione. In futuro saranno aggiunte altre mete!

Hai mai viaggiato in India? Se si, qual’è la tua India segreta?

Se vuoi ricevere altri aggiornamenti in tempo reale e scoprire altre chicche, puoi seguire drinkfromlife sulla pagina social drinkfromlife o su instagram.

Se ti piace il blog commenta, in questo modo mi sproni a continuare

Sara Chandana

Sara Chandana

Una zingarella vegetariana a spasso per il mondo

51 Risposte

  1. Che belle queste Indie Segrete, rese ancora più belle da questo post molto poetico 🙂 Non sono ancora stata in India ma è sicuramente un viaggio che voglio fare!

  2. Oltre le parole ha detto:

    Io sono stata solo in Sri Lanka per ora ma l?india mi affascina davvero tanto. Credo però che sia un viaggio da fare se si ha l’animo predisposto altrimenti si rischia di non viverla al meglio!

    • Sara Chandana ha detto:

      Pensa che a me piacerebbe molto andare in Sri Lanka, ne ho sentito parlare molto bene e mi affascinano i suoi paesaggi naturali. Si, il viaggio in India è da valutare bene, non è un luogo facile. Eppure ha un incanto che nel mio piccolo non ho trovato altrove.

  3. Paola ha detto:

    Hai dato degli spunti interessanti per iniziare a scegliere la prossima destinazione!

  4. Bruna Athena ha detto:

    Ho già avuto modo di dirti che per me l’India è un sogno di viaggio. Se dovessi organizzare, non saprei nemmeno da dove iniziare, che area preferite. So solo che mi affascina tanto.

  5. Clara Nubile ha detto:

    Per me c’è soprattutto una Bombay segreta, anzi mille Bombay segrete come sai…

  6. Elisa ha detto:

    Questo post mi fa venire voglia di andare in India! Molto bello!

  7. clara ha detto:

    VOTATO!!! Dai, followers di Sara, votate tutti e mandiamola in Kerala 🙂
    (che è fantastico, e anche lì ho dei posti segreti)

  8. Sarah ha detto:

    Bellissimo post che descrive alcuni luoghi di un’India che, a volte, è effettivamente un po’ inflazionata. Una bella descrizione di un posto “nascosto” rivisto in modo personale e scremato dai luoghi comuni.

    • Sara Chandana ha detto:

      Si, grazie 🙂 Anche in Salento ci sono dei luoghi secreti conosciuti solo da noi abitanti e da pochi viaggiatori. In generale questi luoghi conservano un’energia molto particolare.

  9. Zineb ha detto:

    Mi hai perduta al Rajasthan….è un posto che sogno da così tanto tempo che non te lo so neanche quantificare.
    Vedere le foto, leggere questi racconti…. È così grande l’impazienza di visitare questo posto che solo ad immaginarlo ho la pelle d’oca.
    E voglio vedere esattamente questa fiaba dagli aspetti così reali da far quasi male, questa realtà bellissima nella sua autenticità e nei suoi difetti.

    Grazie per avermi fatto sognare ad occhi aperti 🙂

    • Sara Chandana ha detto:

      Allora ti auguro di andarci con tutto il cuore. In questi giorni continuerò a raccontare il viaggio in India proprio qui sul blog. Se senti che l’India ti attira così tanto segui questo richiamo. 🙂 E grazie del tuo entusiasmo e del tuo calore. 🙂

  10. Veronica Sala ha detto:

    Mi avevi già conquistata dal titolo. Adoro l’India, adoro vederla nei film, in foto, leggerne le storie..eppure in qualche modo non mi sento pronta ad incontrarla, pronta a capirla. Perché so che ha un’anima forte e non voglio arrivare lì e vederne solo l’apparenza. Perciò per ora continuo a sognarla leggendo i racconti di chi l’ha capita eccome. Grazie.

  11. Veronica ha detto:

    Meraviglioso questo articolo! L’India è da sempre uno dei miei sogni nel cassetto!

  12. E’ bellissimo sentirti parlare di Indie Segrete e capisco assolutamente di cosa parli quando dici di trovarle anche in quei posti che apparentemente sembrano solo presi d’assalto dai turisti, è così per me con Tokyo dove abito, una megalopoli affollatissima ma che ha degli angoli di quiete, dei luoghi di quotidianità ancora inviolati che è sempre magnifico trovare .
    Mi piacerebbe un giorno di sicuro poter scoprire in prima persona anche l’India!

  13. eleonora trovato ha detto:

    L’ India è davvero uno dei primi posti che vedrò una volta laureata. L’ho sempre sognata e il tuo articolo mi ha fatto venire ancora di più voglia di andare

  14. Ilaria ha detto:

    Post meraviglioso, letto tutto d’un fiato! Non sono ancora stata in India, ma vorrei andarci presto

  15. Laura ha detto:

    Ammetto che l’india non è nella mia Bucket List, ma il tuo post mi invoglia a prendere in considerazione di scoprirla prima o poi.

  16. Parola dopo parola mi stavo innamorando di più dell’India. Ultimamente ho letto tanto di questa terra e sembra che abbia davvero un’anima che ti rimane dentro per sempre.

  17. Denise ha detto:

    Bellissimo articolo, mi ha fatta sognare un po’ 🙂

  18. Raffaella ha detto:

    Ci sono una decina di mete che vorrei visitare a breve: l’India è una di queste. Il tuo post ha avuto un duplice effetto: ha aumentato la mia curiosità, ma ha anche fatto chiarezza.

  19. L’India mi affascina ma ancora non mi chiama… Però ti seguo con interesse e ad ogni post sull’argomento mi fai scoprire qualcosa in più che prima non conoscevo.

  20. L’India è un paese difficile per noi.
    Difficile perché ci attira ma allo stesso tempo ci spaventa tantissimo.
    Proprio per questo, seguiremo e leggeremo con tanto interesse qualsiasi articolo che scriverai su questo argomento.

    • Sara Chandana ha detto:

      Capisco, l’India può far paura eppure dona tantissimo. Non è un luogo facile eppure ci voglio sempre tornare. 🙂 Ognuno può decidere come svolgere la propria visita in questo paese enorme, darsi un aiutino. Io viaggio, per esempio, in modo molto spartano e avventuroso ma mi rendo conto che qualche comodità in più può aiutare. Molti visitatori hanno problemi di ferie e possono concedersi poco tempo ma se è possibile stare più a lungo è anche meno stressante. E si può andare a fondo nell’esperienza indiana. 🙂 In India ho imparato che anche lo stress mi stava insegnando qualcosa, è uno specchio pazzesco. 🙂

  21. Dani ha detto:

    Il fascino dell’India traspare da questo bellissimo post!

  22. Lara Chiari ha detto:

    L’India è uno di quei luoghi su cui sono molto combattuta sull’andare o meno. Ci sono cose che mi attirano tantissimo di questo paese, altre che mi spaventano un po’. Per ora mi accontento di documentarmi il più possibile e leggere tutto ciò che trovo e forse prima o poi capirò da che parte sto in questo dilemma

    • Sara Chandana ha detto:

      Ciao Lara, è normale avere un po’ di paura. Si tratta di un luogo lontano e completamente diverso dall’Europa ma questo è anche un lato interessante. Se l’India ti chiama non avrai dubbi e il dilemma cadrà.

  23. Rocio ha detto:

    Ogni posto ha il suo segreto ed è quello che sicuramente rende speciale ogni viaggio! Poi l India rimane il posto per me sei segreti e quindi mi trovi in linea con le tue riflessioni!

  24. Deianira ha detto:

    l’India è un paese che mi attira, ma mi fa paura. Paura non in un senso brutto. Ho paura di innamorarmi di questo paese così lontano e diverso da nostro, così naturale e bellissimo. Ma questa “paura” svanirà, e negli anni aprirò il mio cuore ad una cultura che mi richiama da tutta la vita!

  25. Laura ha detto:

    Le tue Indie segrete sono capaci di ispirare e desiderare di prendere il primo volo per questo affascinante Paese.

  26. Valeria ha detto:

    Il tuo amore per l’India traspare dai tuoi articoli! Molto utile questo in particolare, per il turista che vuole grattare la superficie degli stereotipi e delle attrazioni di massa per scoprire il vero cuore di un paese.

  27. anna ha detto:

    In India non ci sono mai stata, ogni volta sono li l iper andarci ma una vocina mi fa cambiare idea. Poi leggo il tuo racconto e prenderei immediatamente il volo … Non ho ancora capito perchè questo tira e molla, ma un giorno ci andrò e seguirò l’India segreta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *