Come viaggiare low cost in una città europea

  • kyle-glenn-nXt5HtLmlgE-unsplash
    mappamondo
  • shyam-sundar-jQGgk8nziFo-unsplash

Il mio sogno era quello di visitare tutte le capitali europee!

Dice spesso la nonna. E, prontamente, le rispondo che ci pensano i nipoti a farlo realizzare. La sua credenza in salotto è piena di souvenirs di viaggio.

Credit Shyam Sundar

Tra questi spunta timidamente un Taj Mahal, acquistato da un bambino ad Agra, in una botteghina piena zeppa di articoli per poche rupie. Un trullo di Alberobello, una Torre Eiffel.

Già, Parigi! Uno dei viaggi più belli in Europa, in una città meravigliosa dal punto di vista architettonico. E misteriosa, ricca di simboli e luoghi di potere, dove l’energia è alta.

Poi sono arrivate Vienna, l’elegante, dove ho vissuto per qualche mese e ci sono tornata. Lì ho stravolto la mia vita, ho fatto cose pazze. Come vivere in una comune hippie e fare il bagno nuda nel Danubio (c’è un’area apposita per i naturisti, niente paura!).

Una puntatina per Capodanno a Berlino, città all’avanguardia e punto di riferimento giovanile. Ci sono andata da Karlsruhe, la città ventaglio, dove sono stata per un po’.

Non in ordine temporale, ho anche amato immergermi nel mondo musicale a Dublino, passeggiando tra le strade citate da James Joyce. Rilassarmi sul prato del Trinity College, curiosare tra i colori di Temple Bar.

Tuffarmi nel caos colorato e cosmopolita di Londra, la città che tutti accoglie. E poi, come dimenticare Budapest, avvolta nel sogno antico. Non voglio smettere mai di viaggiare, esplorare, conoscere. Sono ricca di entusiasmo davanti all’idea che mi attende ancora una lista di città europee.

Mappamondo per sognare.

Penso alla bellezza che alcuni luoghi riescono a raccontare anche da lontano, all’influenza dei popoli che li hanno attraversati, con le loro culture e religioni, gli stili di vita, l’arte.

Partirei anche adesso, se fosse possibile.

Scrivo anche perché vorrei sfatare la convinzione che viaggiare, e bene, sia roba da ricchi. Al giorno d’oggi possiamo viaggiare low cost in una città europea, e anche oltre Europa. E senza, necessariamente, barboneggiare. 🙂

Basta monitorare le offerte, essere flessibili, prima di tutto mentalmente. Poi organizzarsi di conseguenza, tenendo i piedi ben piantati per Terra. Perché la zona di comfort inizia in testa!

Dare un intento al viaggio

Tutti dovremmo viaggiare, per conoscere cosa c’è fuori dal nostro piccolo e confortevole mondo ordinario. Incontrare la novità e abbracciarla. Viaggiando, inoltre, è importante dare un intento al percorso, che non sia solo quello di vedere. In modo da abbracciare i luoghi, le loro storie, le persone.

Cosa mi aspetto da questo viaggio? Cosa desidero? E non solo in termini esteriori.

E un intento personale, io lo faccio sempre. Perché il viaggio abbia una direzione precisa e, come un oracolo, sveli quello che non so.

Per me è questo il vero viaggio, quello che penetra nelle viscere e scuote il cuore. Che rende gli occhi più grandi, per contenere stupore. Che porta, nel cuore e nella pancia, evoluzione. Che unisce mente, cuore e spirito. Adesso sono nel mio Salento ma sogno di ripartire.

Parte pratica: cercare le offerte

Intanto mi diletto a spulciare le offerte dei voli e degli hotel e fantasticare, perché non costa nulla! (Oggi, per esempio, il volo Milano – Londra viene nientepopodimenochè 14 euro! Anche se quando leggerai il prezzo potrebbe già essere cambiato). Ormai sono diventata abbastanza preparata su come viaggiare low cost in una città europea, e anche fuori Europa.

Credit Ross Parmly, Unsplash

Quando decido di partire, e dare forma al viaggio (anche se, quest’estate, purtroppo, mi sono dovuta fermare) non si contano le notti che spendo al computer a monitorare le offerte aeree. Fino a quando arriva quell’irresistibile momento carico di adrenalina in cui pigio sulla tastiera e acquisto il fatidico volo! (A questo proposito potrebbe anche interessarti come trovare un volo low cost e partire felice!)

Tutti abbiamo bisogno di viaggiare, o semplicemente di una vacanza, ogni tanto. Una città europea può essere il giusto compromesso quando, magari, abbiamo pochi giorni a disposizione e non ci vogliamo stressare con lunghi spostamenti e malesseri da jet lag. Quando abbiamo voglia di stare tranquilli, senza shock culturali.

Dopotutto viaggiare è sempre una buona idea. 🙂

Per concludere

Hai viaggiato in una città europea quest’estate? Se la risposta è no, dove ti piacerebbe andare? Raccontacelo nei commenti.

Alla prossima puntata con drinkfromlife!

xxx

Sara Chandana

Sara Chandana

Macara vagabonda, ama aggirarsi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore.

25 Risposte

  1. Raffi ha detto:

    Quest’estate ho girato per il Belgio e ho visto tutto quello che potevo vedere. Ogni anno tornando dalle vacanze mi dico che dovrei imparare ad approfittare delle offerte di viaggio e muovermi di più. Chissà, il tuo post potrebbe essere lo stimolo giusto per impegnarmi a cercare l’offerta giusta.

  2. Quest’estate – tarda primavera se proprio devo essere precisa – sono stata a Bergen. C’è questa idea diffusissima che sia una città cara: non voglio dire che sia economica ma onestamente non l’ho trovata più costosa di tante città europee.
    Comunque io partirei sempre, quindi ti capisco! Per viaggiare con la fantasia sono iscritta a non so quante newsletter delle compagnie aeree 😉

  3. MARTINA BRESSAN ha detto:

    Io sono andata proprio a Londra quest’estate. Ammetto che il biglietto non è stato così economico come l’offerta a 14euro che hai trovato tu, però acquistandolo per tempo non ho dovuto fare un mutuo.
    Secondo me, come dici tu, prima di tutto bisogna essere flessibili. Io penso sia possibile viaggiare low cost, sia in Europa sia fuori, tutto dipende da quello che vogliamo. Per è più importante conoscere e toccare con mano la cultura di un popolo, parlarci, cercare di comprendere le loro abitudini… più di qualsiasi hotel stellato.

  4. Moira ha detto:

    Le città europee sono di facile accesso soprattutto se hai poco tempo. La nostra preferita? E’ Londra senza ombra di dubbio, abbiamo visitato la capitale inglese così tante volte che abbiamo perso il conto. Ma ci piacerebbe tornare a Parigi e fare un reportage fotografico in bianco e nero. Intanto ci pensiamo e poi … si vedrà!

  5. Alessandra ha detto:

    L’ultima città europea (non capitale) che ho visitato è stata Cracovia a dicembre… città bellissima e anche molto economica. Per ora nella mia classifica personale è a pari merito con Praga. Mi piacerebbe molto visitare Dublino, Edimburgo e Stoccolma. Il problema è spendere poco se si può viaggiare solo in alta stagione.

  6. M.Claudia ha detto:

    Io d’estate difficilmente mi sposto, vivendo sul mare sono amici e parenti che vengono in vacanza da me. Se dovessi scegliere una città europea dove andare sicuramente é Parigi

  7. Veronica ha detto:

    Quest’estate purtroppo ho lavorato ma ho viaggiato in Aprile e viaggerò in un’altra capitale europea a Novembre e come dici tu, la flessibilità è sicuramente un punto a favore! E pianificare con anticipo aiuta moltissimo.

  8. Valentina ha detto:

    Questa estate come città europea sono stata a Malaga. Molto bella devo dire anche se c’era molto caldo. Hai ragione che la flessibilità aiuta a trovare dei voli a prezzi buoni ma ci sono date che non puoi spostare. Per esempio il capodanno è il 31 dicembre, con tutta la flessibilità del mondo ma non posso star via un mese. E mi piace trascorrerlo al caldo, anche perché qui da sola cosa faccio? Non mi piace passarlo davanti alla tv. Naturalmente trovare prezzi buoni a capodanno è quasi impossibile. Agosto, altro bel mese di vacanze dà più possibilità di flessibilità, ma il capodanno no. Certo anch’io passo notti a cercare offerte. A proposito, ho visto un sito Flighttix che propone prezzi per i voli decisamente più bassi, l’hai mai usato? Ho visto pareri molto diversi.

    • Sara Chandana ha detto:

      Ciao Valentina, per Capodanno il discorso potrebbe essere diverso. Eppure dipende anche lì. Ho trascorso Capodanno in India diverse volte e, prenotando con netto anticipo, ho pagato anche relativamente poco. Uguale per Capodanno in Germania o in Austria. 😀
      Non ho mai sentito nominare il sito di cui parli. Mi chiedo se sia affidabile. Perché va bene risparmiare ma Momondo, per esempio, ha un nome ormai consolidato e per me è anche una garanzia.
      Malaga è una meta che non avevo considerato ma non la escludo. 🙂

  9. Elisa ha detto:

    Quest’estate sono stata a Siviglia e me ne sono innamorata, davvero bella! Anche a me piace molto organizzare viaggi e anch’io perdo un sacco di tempo a monitorare i voli… mi soddisfa trovare le offerte migliori e vedere posti nuovi!

  10. Monica ha detto:

    No, una città no.
    Però mi frulla in testa già da un po’ di esplorare e Fiandre!

  11. anna ha detto:

    grazie per i tuoi preziosi consigli, in questo periodo non possiamo permetterci viaggi per motivi famigliai e non economici però le tue info mi saranno utilissima

  12. Julia ha detto:

    È proprio un mito da sfatare che viaggiare sia solo per ricchi anche se , diciamo la verità, meglio che qualcuno lo pensi e rimanga a casetta invece di affollare le nostre mete . Capitali europee nessuna quest’anno

  13. Make up addicted ha detto:

    Spesso il punto debole dei viaggi è proprio il budget ridotto, ottimi consigli

  14. Sabrina Balugani ha detto:

    Amo viaggiare e lo faccio da una vita ma da quando sono arrivati i ragazzi, abbiamo dovuto scegliere itinerari meno costosi che non sempre sono il mio ideale di viaggio. Trovo che questo tuo post arrivi al momento giusto per dare una svolta ai nostri viaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!