Cosa portare in Marocco – tutto il necessario per lo zaino

È il momento di partire alla scoperta di una porzione di pianeta ammaliante come il Marocco, la porta dell’Africa. Terra di berberi e arabi dove la magia si fonde con il deserto e la gente vive ancora a contatto con la Terra. Siamo in tanti, quest’anno, a seguire il richiamo della sua voce e avanzare, senza aspettative, verso il suo abbraccio.

 

Seguendo il richiamo parto, con il mio inseparabile zaino viola, compagno di innumerevoli avventure, complice di vedermi invecchiare ma anche andare sempre più verso me stessa. Seguendo, come sempre, quell’Anelito che mi spinge a conoscere, esplorare, vedere. Ho deciso di viaggiare con l’essenziale, se avrò delle necessità particolari acquisterò tutto il resto lì sostenendo l’economia locale. Non vedo l’ora di tuffarmi tra i colori e profumi della terra marocchina.

Credit Martin Adams, Unsplash


Il profumo del Marocco

Sogno il deserto del Sahara fin da bambina (avevo appiccicato sulle pareti della mia cameretta immagini dei questo straordinario deserto) e immagino da mesi di vagare tra le stradine blu di Chefchaouen. Soprattutto sorrido se immagino di andare ancora una volta nel deserto e ascoltare il mio silenzio tra le dune cangianti. Maestre nel mostrarci che tutto muta e che la vita è un soffio.

Non prometto foto alla moda su Instagram, non mi interessano più di tanto. Io voglio sporcarmi, avere i capelli scompigliati, i vestiti consumati dal viaggio e un sorriso enorme stampato in viso. Voglio tornare con lo zaino pieno di granelli di sabbia del deserto e gli occhi che straripano di stelle mentre il cuore straborda della bellezza incantevole del mondo.

E, se qualcosa dovesse andare storto, il mio cuore si romperà, per aprirsi di più. Come già è successo tante volte lungo qusto incredibile viaggio chiamato vita.

Green Atlas, Unsplash

 

Nel mio zaino viola per il Marocco non mancheranno assolutamente:

  • Vestiti da indossare a cipolla, intimo, scarpe comode, infradito per la doccia, giacca calda per la sera e il deserto. Sciarpona. Scarpe comode.
  • Torcia (utile anche per leggere nel letto la notte).
  • Fermenti lattici.
  • Olio essenziale di Tea Tree Oil e olio essenziale di lavanda
  • Sacco a pelo minimo ingombro (non amo dormire a contatto con le lenzuola degli alloggi in viaggio).
  • Necessaire da viaggio con shampoo, gel doccia e latte corpo e dentifricio. Tutto bio di Cattier Paris, puoi trovarlo da Melaverdebio a Lecce!
  • Spazzolino in bamboo.
  • Campioncini vari bio.
  • Trucchi eco bio.
  • Rescue Remedy dei Fiori di Bach (non si sa mai!).
  • Penna e taccuino.
  • Un libro piccolo.
  • Guida del Marocco.
  • I miei oracoli.
  • Spazzola e phon da viaggio.
  • Asciugamani grande, uno piccolo e uno medio.
  • Sapone di Marsiglia bio.
  • Bidet da viaggio!
  • Cellulare, Ipad con tastierino e cavetti vari, una multipla.
  • Cannuccia filtrante.
  • Moon Cup di Lamazuna.

Credit Ben Ostrower, Unsplash

 

Grazie a chi mi ha consigliata, perché è partita prima di me. I compagni di viaggio si riconoscono ma poi ognuno segue il suo sentiero selvaggio, senza lasciare impronte, si spera. Sarà una grande avventura, lo sento.

Per approfondire ti consiglio di leggere l’articolo su Come Fare uno Zaino Consapevole 

Courtesy Wolfgang Hasselmann, Unsplash

Sei stata/o in Marocco?

C’è qualcosa che non dovrei assolutamente dimenticare?

Segui le mie avventure sui social @drinkfromlife

Salam Aleikum!

xxx

Sara

Questo post contiene sponsorizzazioni in linea con la filosofia del blog, vicino alla Terra e i suoi popoli. Uniti nelle nostre meravigliose differenze. 

 

Sara

Una zingarella vegetariana a spasso per il mondo

2 Risposte

  1. flavia cru ha detto:

    sono stata in Marocco diversi anni fa e purtroppo presi una bella influenza intestinale, che solo a pensarci mi viene l’ansia, e mi ha rovinato la vacanza: porta il plasil ed Imodium che non si sa mai 😀

  2. francesca ha detto:

    Non sono mai stata in Marocco, ma ti seguirò perchè è una delle mete da fare, prima o poi. Ti consiglio di portarti dietro dei calzini sempre puliti, per quando entrerai nelle moschee… Mi ha incuriosita l’otio essenziale, perchè lo porti dietro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!