Le migliori destinazioni alternative in Puglia

  • max-libertine-o7xu-nmfczg-unsplash
    Credit Max Libertine, Unsplash
  • enza-dattolo-eDs7OmLr-m0-unsplash
    Credit Enza Dattolo, Unsplash
  • veronica-reverse-Ay5r_cokPPM-unsplash
    Credit Veronica Reverse, Unsplash
  • massimo-virgilio-dH2AdtrKGzM-unsplash
    Credit Massimo Virgilio, Unsplash
  • arnold-dogelis-nN7xx9mecic-unsplash
    Credit Arnold Dogelis, Unsplash

Estate, tempo di ferie e vacanze. Chi ha detto che per viaggiare dobbiamo andare dall’altra parte del mondo? La Bella Italia offre una ricchezza paesaggistica non indifferente, ogni regione presenta le sue peculiarità e meraviglie. Come la Puglia, la mia amata porzione di crosta terrestre, nota per le sue spiagge paradisiache, le scogliere dalle quali tuffarsi in acque cristalline, con fondali adatti agli amanti dello snorkeling e grotte marine da esplorare a nuoto o barca ma ricca di altri tesori semi nascosti.

Se segui drinkfromlife sai che non amo le mete turistiche in generale, faccio delle eccezioni sono quando ne vale realmente la pena (e sottolineo pena per via della folla) e preferisco cercare sempre, ovunque vada, dei posticini alternativi dove godere le bellezze paesaggistiche e culinarie del posto in santa pace, senza rinunciare alle interazioni con i locals e alla connessione con la natura e la spiritualità.

Se hai la mia stessa attitudine, anche se viaggi in modo diverso e vuoi conoscere un altro punto di vista, sei nel posto giusto e al momento giusto! Perché sto per raccontarti le migliori destinazioni alternative in Puglia secondo drinkfromlife in collaborazione con momondo

Buona lettura!

Credit Enza Dattolo, Unsplash


Valle d’Itria alternativa

La Valle della Magia, così mi piace pensarla. I trulli antichi, la macchia mediterranea, i boschi popolati da civette, barbagianni, gufi, falchi, volpi. Terra di passaggio delle cicogne bianche, potrebbe essere l’ambientazione giusta per un romanzo fantasy. Forse, un giorno, lo scriverò!

Se passi da qui ti verrà sicuramente voglia di visitare mete turistiche come Alberobello, Ostuni, Cisternino e non posso darti torto perché sono luoghi incantevoli. Se hai la macchina concediti pure il lusso di esplorare i paesini, entrare nelle gastronomie, nei panifici e ordinare le prelibatezze del posto. Fatti consigliare dai vecchietti al bar, dalle massaie che fanno ancora la spesa nelle piccole botteghe, da ragazzini che sfrecciano in bici per le strade se riesci a fermarli. 🙂

A Cisternino, tra i 100 borghi più belli d’Italia, ho amato passeggiare non solo nel centro storico ma soprattutto nelle zone perifiche e circostanti l’ashram (basta chiedere agli abitanti è un posto conosciuto e facile da trovare), costeggiando muretti a secco, traendo beneficio da quella natura aspra e accogliente al tempo stesso. Ho avuto il privilegio di soggiornare in un antico trullo, ospitata da un’amica, artista appassionata di architettura naturale e permacultura. 

Credit Arnold Dogelis, Unsplash

Ricordo le cene in comitiva fuori nel patio con le stelle brillare intense nel cielo notturno, le fronde degli alberi che di giorno ci riparavano dalla calura estiva. Numerosi sono i trulli in affitto in zona, per chi vuole trascorrere un soggiorno all’insegna della quiete e dell’ecosostenibilità, non lontano dal mare. Noi scendevamo al mare a Pilone, a circa una ventina di minuti o poco più.

Visitare il borgo di Sovereto e ammirare la Madonna Nera

Sovereto è un borgo medievale adagiato dolcemente nella natura mediterranea, situato nella provincia di Terlizzi. Si può tranquillamente inserire la sua visita all’interno di un tour pugliese delle cattedrali romaniche.

Il borgo è intriso di una storia interessante poiché si trovava nei pressi della via Appia Traiana, percorsa dai pellegrini del XI secolo. Essa collegava Roma a Brindisi, porto d’imbarco verso la Terra Santa. Punto di snodo di partenze e arrivi, terra fertile per quelle che poi furono contaminazioni culturali che fanno ancora parte di noi.

Il nome del borgo deriva dal Sovero, il sughero di una particolare famiglia di querce presenti nell’anno mille. Sarà per la sua storia, o per l’alone mistico fortemente tangibile derivante dalla presenza dell’icona della Madonna Nera – rinvenuta proprio nel boschetto di querce e custodita nel Santuario – ma la visita in questo luogo può essere un balsamo nutriente per l’anima. O almeno, per me è stato così. 🙂

Monopoli e la chiesa rupreste dei santi Andrea e Procopio

Chissà perché quando si parla di vacanze in Puglia saltano fuori nome come Polignano a Mare, Otranto, Gallipoli e mai Monopoli! Eppure la città delle centro contrade, che si dipana sul mar Adriatico, merita di essere percorsa con sguardo attento e curioso. Un giro nel centro storico, l’anima della città, è d’obbligo!

Da Monopoli si può raggiungere facilmente un sito antico, misterioso e impregnato di forte fascino: la chiesa rupestre dei Santi Andrea e Procopio il cui culto nacque in Oriente. Si giunge attraverso stradine di campagna che costeggiano uliveti e muretti a secco, è una sorta di percorso iniziatico che porta ad un luogo di pace e meditazione.

Sembra che il complesso venne fatto costruire dagli abitanti del posto, ed è a loro che abbiamo chiesto il permesso di accedere al sito al quale è annesso un casale abitato. Qui ci arrivi per passaparola o se ami determinati argomenti, per questo suggerisco di visitare con estremo rispetto la zona, totalmente immersa nel silenzio che viene rotto solo dai suoni della natura.

Il sito della chiesa rupestre dei Santi Andrea e Procopio è prezioso custode di un’arte che connette Oriente e Occidente, la Puglia in questo caso, e richiama un passato in cui esseri umani provenienti da diverse terre, religioni e credo convivenano pacificamente. 

Esplorare i borghi del Salento: Corigliano d’Otranto

Scendendo verso il Salento, nel tacco d’Italia situato tra i due mari, invece di perdersi di continuo nella movida notturna di Gallipoli, Otranto o Lecce, o arrostirsi al sole su spiagge affollate, puoi anche esplorare i borghi salentini e immergerti nei loro ritmi lenti e semplici, scanditi ancora dai grandi orologi nelle piazze.

Credit Massimo Virgilio, Unsplash

Uno di questi, situato nell’entroterra, è Corigliano d’Otranto dove amo andare spesso, complice anche la vicinanza da casa (appena 10 minuti in macchina da Galatina). Il castello lo rappresenta degnamente, con un Arcangelo Michele che spicca sul bastione sinistro, rispetto l’entrata principale. Dal castello, imboccando una delle stradine di fronte, si entra nel piccolo centro storico, degno di essere instagrammato a dovere, dove vige il silenzio e, volendo, si può cenare in uno dei vari localini.

Credit Veronica Reverse, Unsplash

Per quanto riguarda le strutture ricettive consiglio un bed&breakfast in paese o un hotel in città, quest’ultimo è l’ideale se ami anche la vita mondana. In Salento è necessario noleggiare una macchina se non puoi contare sulla tua.

Quali sono le tue destinazioni alternative? Se ti va scrivilo nei commenti.

Alla prossima puntata!

xxx

Sara Chandana

 

 

 

 

 

 

 

 

Sara Chandana

Macara vagabonda, ama aggirarsi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore.

14 Risposte

  1. Simona ha detto:

    Tu sai che io ho un debole per la parte dei Monti Dauni. Tra Bovino, Accadia, Orsara, Troia e Sant’Agata ho lasciato un pezzetto di cuore. Spero però prima o poi di riuscire a visitarla tutta la Puglia perché davvero non c’è cm che non sia stupendo!

  2. Veronica ha detto:

    Quando pensavo di aver visitato quasi tutta la Puglia, mi sorprendi con un itinerario che comprende zone che non ho ancora visto (a parte Monopoli). Mi hai dato una ragione per tornarci presto.

  3. Annalisa ha detto:

    Durante il nostro road trip in salento abbiano toccato le mete più turistiche, sono sincera. Grandissima sorpresa è stata Monopoli. Tutti c’è la sconsigliarono come tappa, ma spinta dall curiosità ho deciso comunque di fare una passeggiata nel centro storico ! Dire che siamo rimasti deliziati è poco! Incantevole.

  4. Sara ha detto:

    La Puglia era la mia meta questa estate, peccato che dovrò rimandare ma il prossima volta saprò grazie a te le migliore destinazioni.

  5. Ale Carini ha detto:

    Proprio quest’anno ci sarebbe piaciuto tornare in Puglia quindi il tuo articolo cade proprio a pennello! Se non sarà questa estate forse per la fine dell’anno speriamo di poterci andare per un weekend lungo !

  6. Tessy ha detto:

    La Puglia è meravigliosa, una delle regioni che amo di più. Grazie delle dritte

  7. marika ha detto:

    Sai che della Puglia c’è chi mi parla bene c’è chi mi dice un disastro! Poi leggo il tuo articolo e dico.. come ha fatto a trovarsi male!

    • Sara Chandana ha detto:

      Ci sono anche gli aspetti negativi e quelli stanno facendo perdere una bella fetta di turismo, soprattutto quello selvaggio. Mi dispiace per chi si è trovato male… è anche vero che ho visto diversa gente improvvisarsi nel campo del turismo.

  8. Roberta Isceri ha detto:

    Una meta più bella dell’altra, Sara! Io sono nata in Puglia e da adulta c’ho vissuto per amore. Conosco bene i luoghi di cui parli, che adoro. La Valle d’Itria è spettacolare, ancora (per poco) fuori dalle rotte turistiche. Io adoro anche Locorotondo, che trovo di un fascino estremo!

  9. Elena ha detto:

    Non sono ancora stata in Puglia, quindi non posso che essermi fatta trasportare dal tuo racconto. Mi segno tutte le tue dritte per quando ci andrò.

  10. Viola ha detto:

    Io adoro la Puglia e i suoi paesi bianchi sul mare. Quell’odore di salsedine e il profumo del cibo (superlativo) nell’aria. Adoro il mare pugliese e quelli che hai proposto tu li trovo davvero belli da vedere! Grazie per le dritte 🙂

  11. Sabina Samogin ha detto:

    Anche io come te preferisco mete alternative dove “godere le bellezze paesaggistiche e culinarie del posto in santa pace” ma potendo fare vacanza fuori dai periodi di massimo affollamento, terrò conto dei tuoi suggerimenti quando mi regalerò la Puglia….sa in periodo tranquillo.

  12. Make up addicted ha detto:

    Negli ultimi anni la puglia è una meta molto gettonata, mi piacerebbe andarci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!