Ginevra in un giorno – meravigliosa Svizzera

  • resized_650x365_origimage_622611
    Foto da myswitzerland.com
  • resized_650x365_origimage_616603
    Foto da myswitzerland.com
  • resized_650x365_origimage_616603
  • Un-altro-immagine-del-celebre-Orologio-Fiorito
    Foto da luxgallery.it
  • scacchiera-ginevra
    Foto da static.fanpage.it

 

 

Ginevra è stata la mia prima città visitata all’estero e sono passati così tanti anni che non ho nemmeno più le foto di quel breve viaggio. Ma non escludo di ritrovarle rovistando tra vecchi scatoloni.

Ricordo solo che le scattai con una macchina fotografica che aveva il rullino, la mia preoccupazione era di non finirlo. Ogni rullino era costoso e così lo sviluppo delle foto, ma io e mia mamma le guardavamo sempre affascinate appena le ritiravamo dal fotografo.

Alla Svizzera sono legata perché la mia amata bisnonna, ero una bambina, mi raccontava le storie di quando viveva lì e lavorava in una fabbrica di cioccolata. E io sognavo a bocca aperta immaginando tutto quel ben di Dio.

E poi i miei nonni materni si sono conosciuti a Basilea. C’è un alone magico di Svizzera nella famiglia. Anche se ho vissuto molto di più la bella Austria, per questioni di cuore 😉

Della mia visita a Ginevra ricordo ordine, fiori e ricchezza che trasudava da ogni cosa. Appena arrivammo, con il pullman, l’autista gettò per terra la carta del panino e subito una poliziotta si avvicinò a lui per compilare una multa salata.

Cosa ho visto in una giornata?

Il Centro Storico

Muovendo i miei primi passi oltre i confini italiani, sulle strade lastricate del centro, ho avuto modo di tuffarmi nel passato di quella che è anche chiamata la Città della Pace, costruita ai piedi delle imponenti Alpi Svizzere.

Ho semplicemente passeggiato per le strade principali, mangiando un gelato, curiosando nei negozi di orologi 🙂

Jet d’Eau

Il lago Lemano ospita un Getto d’Acqua monumentale, alto ben 140 metri.

Foto da myswitzerland.com

Nato nel 1886 come attrazione, attira occhi incuriositi anche ai nostri giorni. A volte diventa il protagonista di colorati giochi di luci, è sempre visibile anche dall’aereo. Ero molto affascinata da questo zampillo d’acqua dei giganti, non avevo mai visto nulla di simile.

Jardin Anglais

Il Giardino Inglese è solo uno dei coloratissimi parchi della città.

Foto da luxgallery.it

Ricordo il senso di cura del verde, e di ordine, che trasmetteva e i colori dei fiori profumati, tantissimi. All’Interno del Jardin Anglais c’è un altro simbolo di Ginevra: un orologio gigante creato con ben 6500 fiori. Da vedere!

Palazzo delle Nazioni Unite

Il Palazzo dell’Onu si trova all’interno del Parco dell’Ariana, sul Lago di Ginevra.

Foto da myswitzerland.com

Sapevo che non tutti hanno la possibilità di curiosare in questo mondo e mi sono sentita una privilegiata. Ricordo il momento esatto in cui ho varcato la soglia per entrare. Facemmo una visita guidata da una dipendente con gli occhi a mandorla e con tesserino distintivo al collo.

Ci portò nella Sala dell’Assembea Generale, che prima di allora avevo visto solo in tv (quando ancora la guardavo).

Ci sarebbe molto altro da visitare nella Piccola Parigi, un’altra definizione che è stata data a questa città gioiello, nota per essere anche una importante capitale finanziaria 🙂

Foto da static.fanpage.it

Ginevra da scoprire

A Ginevra può anche essere rilassante fare un giro in battello sul bellissimo lago oppure divertente partecipare al Geneva Festival in agosto. Ho letto che per ben 10 giorni i ginevrini si riversano in una piccola insenatura del lago, arricchita per l’occasione da stand gastronomici e diverse attrazioni. E che ci sono spettacoli di fuochi d’artificio e luci da togliere il fiato.

D’inverno invece puoi immergerti nella suggestione dei mercatini di Natale, camminare a cuor leggero mentre bevi una bevanda calda tra un acquisto  e l’altro. Non vorrai certo tornare a casa senza dei regalini per chi ami? 🙂

Svizzera cara, io e te ci rivedremo!

Se vuoi ricevere altri aggiornamenti in tempo reale e scoprire altre chicche, puoi seguire drinkfromlife sulla pagina social drinkfromlife o su instagram.

Se ti piace il blog commenta, in questo modo mi sproni a continuare 🙂

Vuoi scrivermi per un consiglio o una collaborazione? Allora contattami qui drinkfromlife@gmail.com

 

 

Le foto presenti in quest'articolo saranno rimosse qualora i proprietari ne facessero richiesta

 

 

 

 

 

 

Sara

Una zingarella vegetariana a spasso per il mondo

14 Risposte

  1. Elisa ha detto:

    che meraviglia! Spero di tornarci presto anche io!

  2. Chiara ha detto:

    non sono mai stata ma vorrei tanto andarci in primavera. Grazie per i tuoi consigli

  3. Che bella Ginevra. Mi piace molto. Per ora non l’ho vista, ma ci devo assolutamente programmare una visita!

  4. laura ha detto:

    Sto programmando un viaggio in Svizzera, ma pensavo di fare Berna e la zona centrale….con questo articolo però mi hai fatto venir voglia di visitare la parte del Lago di Ginevra….sembra davvero una città incantevole….mi segno il tuo post!

  5. Valentina ha detto:

    Ginevra mi ha sempre ispirato, e questo tuo articolo mi conferma che devo andare assolutamente a visitarla! 😉

    • Sara Chandana ha detto:

      Allora preparati a cogliere la prima offerta al volo. 🙂 Ovviamente decidi tu i tempi, per fortuna è vicina all’Italia e non una meta impossibile. Anche se per me niente è impossibile. 🙂

  6. Oltre le parole ha detto:

    Io sono passata dalla Svizzera solo di ritorno da un viaggio in auto. Ginevra mi ha sempre affascinata e i tuoi consigli sono davvero utili. Spero di andarci presto e di metterli in pratica! 😉

  7. Raffaella ha detto:

    Non la conoscevo Ginevra, grazie per le dritte!

  8. ho comprato da poco una guida sulla Svizzera! un salto a Ginevra lo farò sicuramente! peccato che la Svizzera sia cosi cara…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *