The world piece: siamo tutti connessi

  • Momondo_f1434_grab
  • 1_back_Rachel_Blackwood
  • t0WWe7oA
  • XMnpsegg
  • 7lh5rBiA
  • DVWBrUUw
  • Oj012vfQ
  • 1JsEy63g
  • 27CHLXng
  • GjSyY28A
  • Momondo_f5521_grab

Quanto andresti lontano per avvicinare il mondo? The world piece: di cosa si tratta

Immagina 61 sconosciuti, provenienti da diverse parti del mondo, che si incontrano in un luogo, a Londra, per un progetto speciale. Perché è speciale?

Queste persone si sono spostate dai loro paesi d’origine: (India, Svezia, Libano eccetera) mosse da una forte forza di volontà e di connessione. Connettersi non per motivi religiosi, per via del colore della pelle, per interessi simili ma come esseri umani.

Esseri umani che hanno offerto il loro corpo da tatuare come una tela per inviare un messaggio di speranza e tolleranza al mondo. Piccoli gesti che possono fare la differenza.

 

Le similitudini che ci accomunano sono maggiori delle differenze che ci dividono

Per diffondere il messaggio hanno partecipato ad un piccolo film (che troverai alla fine del post) per me molto toccante tanto da sorprendermi, ogni volta che lo guardo, con le lacrime agli occhi. Chissà se a te farà lo stesso effetto? Il film è in inglese ma anche se non comprendi questa lingua sarà la forza delle immagini a parlare.

Qualche piccolo spoiler (altrimenti vai subito alla fine per vederlo)

Una signora dice:

È così semplice distruggere, così difficile costruire

Un’altra confessa di avere avuto paura di chi ha un colore di pelle diverso dal suo e una donna italiana confida di essere spaventata per sua figlia, perché lei ha un colore diverso dal suo.

Non è bello vivere nella paura, però io ho paura

Queste 61 persone, che non si conoscevano tra loro, adesso sono collegate da un filo, proveniente dal loro tatuaggio. A volte, abbiamo bisogno di vedere le cose nella realtà materiale per comprenderle. Ma se chiudiamo gli occhi possiamo sentire tutto.

Ti lascio alla visione…

Quando siamo nudi, siamo tutti uguali!

The world can’t fall apart. Il mondo non può crollare. If you dare to connect. Se hai il coraggio di connetterti. I am a world piece. Sono un pezzo di mondo.

Cosa ha suscitato in te il film the World Pierce?

Se ti va scrivilo nei commenti.

Alla prossima puntata!

xxx

Sara Chandana

Post in collaborazione con momondo (viaggia con una mente aperta)

#iamaworldpiece #owtravelers #admomondo

 

 

 

Sara Chandana

Macara vagabonda, ama aggirarsi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore.

13 Risposte

  1. Marianna ha detto:

    Bellissimo progetto e bellissima la tua condivisione.

  2. Silvia ha detto:

    Che messaggio fantastico… Un filo, un filo invisibile ma indistruttibile al contempo. Ecco ciò che ci unisce tutti, che ci rende uguali seppur diversi… Ma siamo così ciechi e tastardi da non vederlo. O meglio ignorarlo…

  3. Annalisa ha detto:

    Un progetto davvero interessante, pregno di umanità. Speriamo che questo filo si allunghi sempre di più, ex arrivi a circondare il
    Mondo intero.

  4. Julia ha detto:

    Ho visto in giro delle foto ma non sapevo nulla di questo progetto, Sono proprio contenta di aver scoperto il significato di queste immagini!

  5. Sara ha detto:

    È un’iniziativa carinissima, è bello vedere che ci sono ancora persone capaci di organizzare queste cose bellissime!

  6. Massimo pinna ha detto:

    Una bellissima idea il tatuaggio , simbolo della connessione e dell’uguaglianza. Non sapevo nulla di questo avvenimento e ti ringrazio per avercelo fatto sapere. Grazie per l’articolo

  7. Simona ha detto:

    Guarda Sara io ho la pelle d’oca. Incredibile quanto legate queste persone siano adesso e per sempre. Un messaggio importante e forte quello che mandano e che vogliono far sentire al mondo. 61 persone incredibili, direi quasi 61 eroi per quello che vogliono farci capire!

  8. Stefy ha detto:

    stupendo questo progetto! toccante e commovente! tra l’altro i tatuaggi sono stupendi, ne farei uno anch’io così

  9. Ylenia ha detto:

    Ho visto il film, merita davvero sia per il significato che per ciò che vuole lasciare nella persona che lo sta guardando. Un messaggio davvero importante e bellissimo

  10. M.Claudia ha detto:

    Un progetto interessante e bellissimo nella sua unicità. Il film é molto toccante, si sentono le emizioni dei protagonisti a anche per chi come me non parla inglese.

  11. Valeria ha detto:

    Il video è davvero toccante, molte parole mi sono arrivate dritte al cuore, abbiamo davvero bisogno di più umanità e di creare dei legami.

  12. “I am here for the love, but there’s not enough of it.” Ho iniziato a piangere lì. Quante storie che possono emozionare, che si possono condividere per aprire la mente, per iniziare una discussione e cambiare il mondo, pian piano. L’uno insieme all’altro. Grazie per la condivisione, Sara. Ti abbraccio forte.

  13. anna di ha detto:

    molto interessante questo progetto, spero che il mondo intero possa guardare questo film e fare suo il messaggio… mai come in questi anni abbiamo bisogno di allungare una mano !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!