Essaouira, la porta del vento – Marocco è poesia

  • P_20190321_080347
  • P_20190320_193625
  • P_20190321_090719
    I gatti di Essaouira
  • P_20190309_162247
    Essaouira
  • P_20190321_112242
  • P_20190321_100351
  • P_20190321_090935

Sara Chandana

Macara vagabonda, ama aggirarsi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore.

10 Risposte

  1. Clara Nubile ha detto:

    Che meraviglia, Sara! Io sento il vento e il profumo del mare nelle tue parole. Grazie!

  2. Noemi Bengala ha detto:

    Sara, lo so che te lo scrivo sempre e prima o poi ti annoierò, ma passare da qui è come sognare. Mi fai sentire il vento fra i capelli, mi fai venire voglia di aprire quelle porte. Grazie davvero!

  3. Virginia ha detto:

    Con quali belle pennellate dipingi l’Essaouria: l’articolo invoglia a scoprire di più di questa terra. Un luogo da vedere, prima o poi.

  4. Simona ha detto:

    Bellissima la tua descrizione. Per un attimo mi è sembrato veramente di trovarmi lì e di sentire il vento che sfiora la pelle e scompiglia i capelli. Sai trasmettere emozioni stupende che queste porte l spalancano davvero! <3

  5. Cla ha detto:

    Non ci sono mai stata, ma è uno dei viaggi che desidero fare. Sono attratta da quelle bellissime porte blu e poi sono un’amante dei gatti.

  6. Gia ha detto:

    penso che solo per la luce e i colori valga la pena. Non sono mai stata in Marocco ma sicuramente sarà una delle prossime mete

  7. Giulia ha detto:

    Essaouira rimane per me uno dei posti più belli che abbia mai visto. Non so spiegarti perché, ma le onde, l’aria salmastra, i toni del blu e i gatti mi hanno letteralmente incantata. Il posto perfetto dove passare la vecchiaia 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!