Vado a prendere un chai in India e torno

  • 16807351_1261805200563415_6963252655164746208_n
  • 15978023_1226584167418852_4002047779976142319_n
  • 18741784_1449228368430966_1191797139_n

 

Non posso più tenerlo nascosto. Torno in India.

Ho fatto outing l’altro ieri su instagram e oggi lo faccio anche qui. Sono andata a lavorare in Germania quest’inverno anche con l’idea di mettere da parte i soldi per poi partire in India. Però con Gio non ci decidevamo a fare il biglietto, avevamo mille dubbi. È normale quando si parte per tanto tempo e soprattutto in un luogo così lontano e diverso. Tre viaggi per me, e due per lui, alle spalle non bastano. Vogliamo tornare! Siamo ammaliati da questo paese dalle mille facce.

Posso solo raccontare l’India che conosco e che vivo ma non posso pretendere di conoscerla perché è immensa, è in continuo mutamento, come la vita che l’attraversa. Ogni stato è diverso dall’altro e anche nello stesso ci sono milioni di sfumature e zone che il turista, o il viaggiatore, difficilmente conoscerà. L’India altro non è che uno specchio della realtà: tutto è relativo.

Il nostro viaggio

So solo che partiremo da Bari e arriveremo a Mumbai. Da lì l’idea iniziale era di prende quasi subito un volo interno per Goa, dove stare alcuni giorni. Verso Goa nutro un rapporto di amore-odio. Amo la sua natura, le spiagge tropicali con le palme da cocco che si può bere appena raccolto per poche rupie, i tramonti mistici, la frutta gustosa, la pulizia rispetto agli altri stati, la calma. Detesto il turismo selvaggio in alcuni luoghi in particolare, quel finto hippie-spiritual-chic con sante e santoni che ti invitano a casa loro spillandoti un bel popò di rupie e poi una volta lì ti ritrovi a dormire sul pavimento per risvegliarti alla fine della sessione. E allora pensi che se dovevi dormire te ne restavi in capanna. Però anche io… cosa posso pretendere. Detesto un sacco di cose e ne amo altrettante.

Semplicemente ricordo gli eventi passati e ne traggo lezioni per il prossimo viaggio. Perché nonostante tutti gli accorgimenti che potrò prendere ci sarà sempre qualcosa che non conoscerò. Per fortuna conosco le linee guida e le rispetto. Come non camminare da sola di notte in spiaggia, dopotutto non lo farei nemmeno in Salento. La libertà per me è un’altra cosa. Dicevo, l’idea iniziale era arrivare a Goa perché Gio aveva degli impegni lì ma sono saltati, sembra. Quindi ci ritroviamo oggi a dover decidere almeno quale volo interno prendere subito dopo Bombay. Stamattina eravamo alle prese con la mappa, scorrendo l’indice sui vali luoghi papabili.

Io mi fermerei più a lungo nello stesso posto, Gio è preso dalla frenesia di vedere tutto ma sa bene che è impossibile. Una cosa è certa: entro stasera dobbiamo prenotare un volo interno altrimenti rischiamo di rimanere a Bombay e per conoscere questa grande signora aspetto di farlo con una guida speciale. So bene che quando leggerà queste righe saprà che si tratta di lei perché ne abbiamo già parlato in passato.

Follow the flow

Una volta prenotato il volo interno e presa quella settimanella di assestamento per il corpo ci abbandoneremo al flusso. Follow the flow è la frase più in voga in India tra i viaggiatori. Segui il flusso, la corrente. Ma stai sveglio! Ho già sulla lista un paio di luoghi sacri in cui vorrei andare ma non ci metterei la mano sul fuoco. Non si sa mai. Credo che se dovessi viaggiare da sola si, seguirei un itinerario più rigido, pianificherei. Ma viaggiando in coppia non succede nulla se trovo la guesthouse all’ultimo momento. Parto con 0 aspettative e tanta emozione. Con fiducia ma anche consapevolezza. Con meno vestiti nello zaino ma con le friselle per sentire il sapore di casa. E con il caffè Quarta e la caffettiera, chi non è salentino non può capire il nostro attaccamento a questa marca di caffè. Va bene la cultura locale ma dopo settimane e settimane di India qualche coccola ci sta.

Dire arrivederci

Ieri abbiamo salutato un bel po’ di amici, quasi tutti in una volta. Siamo andati a vedere l’ultimo film di Jodorowsky Poesia Senza Fine e ci siamo ritrovati lì. Ho trovato il film un capolavoro che mi ha preso di pancia. Ho riso, ho pianto, mi sono emozionata tantissimo. È stato davvero un bel saluto prima di salutare il Salento per l’India. Un film forte, senza ipocrisie, crudo. Teatrale. Un invito a scoprire chi siamo veramente, a levarci le maschere. Così voglio vivere e l’India fa parte di questo processo. Non viaggio per viaggiare, viaggio per vivere e per spogliarmi. Per succhiare il midollo della vita come diceva Thoreau.

 

Ci sentiamo dall’altra parte. 🙂

Sara Chandana

Se vuoi ricevere altri aggiornamenti in tempo reale e scoprire altre chicche, puoi seguire drinkfromlife sulla pagina social drinkfromlife o su Instagram.

Per consigli e informazioni su India, Salento e altre mete, e per meditazioni e incontri, scrivimi a drinkfromlife@gmail.com

Unisciti al gruppo facebook che ho creato Viaggio in India

 

 

 

Sara Chandana

Una zingarella vegetariana a spasso per il mondo

28 Risposte

  1. Clara Nubile ha detto:

    e per conoscere questa grande signora aspetto di farlo con una guida speciale.

    Onoratissima, quando sarà il nostro momento… sn curiosa di seguire il tuo Indian flow. Happy safe travels

  2. Che bella notizia! Sei emozionatissima…si sente! Beh noi non vediamo l’ora di leggerti e di sapere buon viaggio

  3. Si sente tantissimo quanto tu sia emozionata alla prospettiva di questo lungo viaggio e soprattutto di rivedere un Paese che ami così tanto. Capisco davvero i sentimenti che provi, ho avuto una marasma di emozioni dentro quando ho deciso di tornare in Giappone e trasferirmici! Non vedo l’ora di leggere queste tue prossime avventure indiane vissute con tutto l’amore e la voglia di assimilare esperienze che vedo in ciò che hai scritto!

    • Sara Chandana ha detto:

      Chissà com’e com’è vivere in Giappone,da lontano appare ai miei occhi come un pezzo di mondo affascinante. Stanotte mi svegliavo spesso, era la mia prima in India dopo quasi un anno di assenza. Un po’ per via del fuso orario ma anche per la felicità di stare qui…

  4. Giovy Malfiori ha detto:

    Buona India! Sarà un piacere seguirti!

  5. Raffaella ha detto:

    Che bello! Goditi la tua India e mandaci tante foto e tanti racconti. Sono curiosissima di seguire questo viaggio in progress!

  6. Valentina ha detto:

    Sei riuscita a trasmettermi tutta la forte l’emozione pre-partenza 🙂 Buon viaggio e Buona India!

  7. Dani ha detto:

    Allora buon viaggio e buon divertimento! Ovviamente non vedo l’ora di leggere i tuoi racconti!

  8. Veronica ha detto:

    Quando leggo i tuoi post sull’India potrei stare qui ore, mi sembra di averti davanti e sentirti parlare, con dolcezza. Non vedo l’ora di seguire il vostro viaggio giorno per giorno, vederla tramite i vostri occhi.

    • Sara Chandana ha detto:

      E dall’India ti scrivo. Sono cosí felice di stare qui, c’è una poesia nell’aria che mi arriva dritta al cuore. Sapere che attendi i prossimi racconti mi fa venire ancora più voglia di scrivere. Il cuore è felice di sapere che qualcosa a qualcuno arriva.

  9. Io non sono mai stata in India perciò ho intenzione di seguirti, passetto per passetto. Certo, l’emozione la sento già 🙂

  10. Oltre le parole ha detto:

    Le tue parole traboccano di gioia! E’ incredibile come si riescano a percepire subito certe emozioni! Seguo molto volentieri il tuo flow dal sapore indiano. E poi con quella citazione finali mi hai tolto il fiato! <3

  11. Ci sono quei posti in cui sentiamo sempre la necessitá di tornare nonostante ci sia un mondo da scoprire! Non sono mai stata in India, ma da come ne parli tu un viaggio da quelle parti deve essere proprio gratificante! Sogneró con i tuoi racconti sperando di andarci presto

    • Sara Chandana ha detto:

      Credo poi che sia anche qualcosa di molto intimo e personale anche se consiglierei l’India a tutti. Questo viaggio in India è iniziato nel migliore dei modi e così sta continuando ma so che dipende anche Da me. Davanti agli intoppi ci rido su e vado avanti con fiducia. Spero di mantenere la stessa attitudine per tutto il tempo.

  12. francesca ha detto:

    A quanto ho capito sembra che tu sia già lì, giusto? Fai un buonissimo viaggio, l’India deve essere davvero splendida <3

  13. Lara C ha detto:

    In bocca al lupo per questa tua nuova avventura in India!

  14. Simona ha detto:

    Ciao! si sente dalla tue parole che ami molto questa terra. Non mi so immaginare un viaggio Bari-India, mi pare così lontano, Ti seguo con curiosità 🙂

  15. anna ha detto:

    leggendo queste righe si capisce l’amore che hai per l’India, ed è bello. Ma ancora di più adoro il tuo modo di viaggiare e scoprire, seguendo il “flusso” come hai scritto. Mi ci ritrovo perfettamente. Non so ora dove sei, ma ovunque sei, starai volando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *