Cosa fare a Marrakech gratis – 6 cose

  • P_20190306_150346
  • P_20190322_131724
  • P_20190306_181626
  • P_20190310_194700
  • P_20190322_193233

Marrakech é un centro pulsante di vita antica e moderna al tempo stesso. É molto interessante osservare come antiche tradizioni vadano di pari passo con la tecnologia che avanza. Una cosa che ho amato tanto dell’India e che, qui, ho ritrovato, anche se in modo diverso.

Inoltre a Marrakech c’è tanto da fare: per esempio è pieno zeppo di musei, edifici e palazzi intrisi di bellezza e storia. Ho notato, durante la mia recente visita in questa città, che gli ingressi ai siti antichi hanno lo stesso prezzo: 70 dirham, l’equivalente di 7 euro. Sicuramente sono soldi spesi bene ma ho scritto questa guida per svelarti anche cosa fare a Marrakech gratis!

1. Fingere di perdersi nel labirinto della medina

Medina significa città, è il centro storico, la parte antica. È risaputo che la medina sia un intricato labirinto, tipico delle città del Nord Africa, fatto di stradine e cunicoli nei quali è davvero semplice perdersi. La sua conformazione serviva, infatti, a confondere gli invasori, perché solo un vero abitante del posto sa come districarsi in un tale dedalo.

Mi sono divertita a gironzolare per la medina di Marrakech ma mantenendo sempre dei punti di riferimento. Mi ritrovavo di continuo a sbucare in un diverso settore! Senza punti di riferimento chissà dove sarei finita. E poi non mi sono spinta troppo oltre. Quando si passeggia in autonomia nella medina, la soglia di attenzione deve essere massima altrimenti è davvero un attimo perdere l’orientamento. Mi sono rilassata quando ho passeggiato con una persona del posto, di cui mi fido, a quel punto potevo totalmente immergermi nell’atmosfera!

È bellissimo fare amicizia con la gente locale, per questo amo fare viaggi lunghi. Perderei un tessuto umano al quale non posso assolutamente rinunciare. Camminando per le viuzze della medina é consueto vedere scene pittoresche come quelle di uomini che lavorano ancora con l’asinello o negozietti tipici dove sono esposte spezie e polveri colorate, e non sono cambiati affatto nel corso dei secoli. La medina è anche una bolgia, una sorta di girone infernale dantesco: ne vedrai di tutti i colori, spezie a parte!

Non lasciarti sfuggire: Cose da sapere su uomini e donne (e non solo) prima di andare in Marocco 

2. Tuffarsi nel caos di piazza Jemaa El Fna

Prima di visitare Marrakech mi chiedevo cosa avesse di tanto straordinario questa piazza tanto citata nelle guide e sui blog e, adesso, lo so. È completamente surreale! La mente va letteralmente in tilt davanti alle scene che la piazza propone: incantatori di serpenti (che li rimbambiscono con la musica, diciamocelo chiaro), uomini che suonano con galline in testa, povere scimmie al guinzaglio per i selfie di stupidi turisti, donne aggressive che ti strattonano per fare l’hennè (e, a volte, te lo fanno controvoglia come è successo a me). Uomini che sembrano sbucare letteralmente dietro montagne di datteri, nei loro camioncini che diventano, per l’occasione, come palchi di teatro.

E poi la notte il cambio di scena: centinaia di lampade accese a creare un’atmosfera poetica, ronde musicali che fanno concorrenza a quelle salentine, dove la gente canta in preda al pathos, centinaia di banchetti dove acquistare buon cibo a pochi centesimi. Mi diverto a chiamarla il Circo perchè sembra un enorme baraccone a cielo aperto!

3. In piazza Jemaa El Fna puoi ammirare meravigliosi tramonti

Poetico è, in tutto il mondo, il momento in cui il sole tramonta. Eppure vedere il sole incendiare il cielo di piazza Jemaa El Fna, tra le eleganti palme, mi ha tolto il fiato. Non tutto nella vita è a caro prezzo, ci sono esperienze che possiamo semplicemente cogliere. Questi tramonti incendiano ancora il mio cuore.

4. Osservare la vita pulsante sulla Avenue Prince Moulay Rachid

Dalla celebre piazza Jemaa El Fna si snoda la Avenue Prince Moulay Rachid, un corso pieno zeppo di negozi, piccoli centri commerciali, banche e numerosi locali turistici dove è anche possibile sorseggiare un buon caffè. In quel fiume di vita può passarti accanto un bel ragazzo avvolto nella jalaba, la tipica tunica marocchina con il cappuccio a punta (che loro utilizzano semplicemente come un cappotto, sopra i vestiti). E ti accorgi che, sotto il cappuccio ha le cuffie moderne e magari ascolta pure i Nirvana. Trovo questa fusione semplicemente straordinaria!

Questa strada è stato uno dei luoghi in cui bazzicavo ogni giorno a Marrakech. Ripensavo spesso alla frase di Bukowski:

La gente è il più grande spettacolo del mondo e non si paga il biglietto

5. Fare una passeggiata nella Kasbah

The Shareef don’t like it
Rockin’ the Casbah
Rock the Casbah
The Shareef don’t like it
Rockin’ the Casbah
Rock the Casbah

The Clash

La mia mente non può fare a meno di creare queste associazioni. 🙂 La Casbah, o Kasbah, sarebbe la cittadella fortificata di una città araba. La Kasbah di Marrakech resta uno dei miei luoghi preferiti per via della sua bellezza architettonica, del colore rosa pallido che emerge allo sguardo, e per la quiete che si respira.

La presenza della Moschea conferisce un’aura di solennità e non mi stupisco che, ai non mussulmani, sia vietato l’ingresso. Chissà quanti di noi finirebbero a scattarsi dei selfie o a girare video. Una passeggiata per queste strade non può assolutamente mancare.

6. Fare un salto al quartiere ebraico, Mellah

Dalla Kasbah si arriva in un attimo. Mi è piaciuta Place Ferblantiers, così ampia e ordinata. Con le carrozze di cavalli in attesa di ricchi passeggeri che mi facevano pensare di essere in un’altra epoca. I diffusi negozietti di spezie ben disposte in contenitori lilla, di latta. I locali per i turisti e ne ho avvistato anche uno vegan!

La prossima volta scoverò nuove cose da fare per me e per te! Se hai delle chicche da aggiungere alla lista su cosa fare a Marrakech gratis segnalacelo nei commenti.

Salam Aleikum!

 

 

 

Sara Chandana

Macara vagabonda, ama aggirarsi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore.

11 Risposte

  1. Sara ha detto:

    Marrakesch è una di quelle città a cui non si può rimanere indifferenti, ha un fascino incredibile ed io me ne sono innamorata. Leggendo il tuo articolo ho rivissuto il mio viaggio, che bello!

  2. A Flavors Suitcase ha detto:

    Che bella Marrakesh ! Io credo che sia davvero affascinante, ti rapisce per i suoi colori e i suoi odori. Credo che per viverla appieno non servi spendere soldi, infatti a parte per bere e mangiare, anche io mi sono lasciata travolgere dalle sue attrazioni gratuite e dalla sua anima particolare!

  3. Noemi Bengala ha detto:

    Che bella questa lista di cose gratis da fare a Marrakesh! Il tramonto senz’altro mi sembra il più in linea con me, come perdersi tra la medina. E poi quel rosa della kasbah sa tanto di splendide foto da ricordare.

  4. Anna ha detto:

    questa lista è davvero il top, la scarico con la prima parte in modo da tenerla presente quanto visiteremo questo magnifico posto

  5. M.Claudia ha detto:

    Mi é piaciuto molto questo tuo racconto di Marrakesh e la tua lista che sfata il mito che per viaggiare servono tantissimi soldi

  6. Gia ha detto:

    Wow…mi piacerebbe molto un viaggio in Marocco, specie per colori. Poi pensando che si può fare in modo low cost ancora di più

  7. Sara Bontempi ha detto:

    Guardavamo proprio in questi giorni che la Ryanair da Pisa ha dei voli per Marrakech e stavamo pensando di visitarla per qualche giorno magari dopo l’estate.
    MI segno sicuramente il tuo articolo, anche perchè anche noi amiamo “perderci” in giro per le città!

  8. Ciao Sara, leggo sempre con piacere le tue guide, soprattutto queste sul Marocco, ora che manca poco alla partenza! Sono sempre più entusiasta e contemporaneamente timorosa: davvero le persone ti strattonano e ti fanno l’hennè anche senza il tuo consenso? Ti confesso che questa cosa mi spaventa un po’… come ci si comporta in questi casi?

    • Sara ha detto:

      Ciao Nicoletta, purtroppo quello che mi chiedi è vero ma non ti preoccupare. Basta essere ferma e decisa.
      So che è stata emessa un’ordinanza contro queste cose, recentemente, proprio per salvaguardare i turisti. Andrà tutto bene. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!