Come risparmiare soldi per un viaggio

Come risparmiare soldi per un viaggio. Credit Christine Roy, Unsplash

Come risparmiare soldi per un viaggio: negli ultimi anni, nonostante una pandemia in mezzo, sembra che il numero delle persone che viaggiano sia aumentato esponenzialmente. Un tempo i viaggiatori non erano tantissimi. Condividevano le loro esperienze con la cerchia di amici, le persone vicine, solo qualcuno scriveva un libro. Poi, con l’avvento di internet, sono nati i forum. Successivamente i blog. I primi blog di viaggio erano veramente genuini ed interessanti, si condivideva esclusivamente per il piacere di farlo. Se arrivava qualcosa in più era una conseguenza. Adesso i tempi sono cambiati: esistono i corsi per travel blogger, dove gli allievi pagano una quota per accedere alle conoscenze dei loro insegnanti, per lo più costruiscono il blog lungo il percorso con una strategia ben precisa in testa. Forse, se prima si partiva dall’esperienza e la condivisione faceva, eventualmente, parte di un processo spontaneo e naturale, adesso si parte già da un progetto con l’idea di monetizzarlo. Il blog/sito deve immediatamente essere performante, quando esiste. Altrimenti i profili instagram – ma anche Tik Tok – sono diventati le nuove televisioni e si condividono lì viaggi, momenti di vita ed altro. Anche la propria privacy!

La domanda che molti si pongono, guardando le foto scorrere sui social, postate da parte di svariati utenti che viaggiano è: come risparmiare soldi per un viaggio? Non è necessario essere ricchi per viaggiare (tanti lo pensano e molti lo sono, ma questa fortuna altrui non deve essere vista come un limite per altri) quello che conta è avere un progetto, pianificare ed organizzarsi. Non credo nell’improvvisazione a lungo termine e nel viaggiare gratis: possono funzionare per un po’, ma non a lungo e non per tutti. Nella vita niente è gratis, in qualche modo il conto torna sempre. Prima o poi dovremo sempre confrontarci con fattori improvvisi o con il nostro stesso cambiamento di esigenze o anche il corpo che non regge più i viaggi spartani.

Cosa eliminare?

Moltissimi viaggiatori nel mondo hanno una convinzione comune: spendere i soldi per viaggiare fa bene. Perché le esperienze restano dentro, mentre le cose materiali, dopo un po’, si rompono. Se ti stai chiedendo come risparmiare soldi per un viaggio, nonostante la pandemia mondiale, l’inflazione ed altri fattori, sei nel luogo giusto. Non sono un’esperta di finanze, solo una persona molto pratica, che ha deciso di condividere la propria, piccola, esperienza. Prima della pandemia viaggiavo a lungo termine, per interi mesi in Europa ed in India e con piccoli budget. Semplicemente lavoravo prima di partire (fortunatamente esistono i lavori stagionali) e mettevo i soldi da parte. Questo comportava anche diversi sacrifici. Quando entro in modalità risparmio da viaggio inizio ad eliminare aperitivi (che adoro!) cene fuori e svariate spese in più. Nonostante mi piacciano i cosmetici, i vestiti e creare il mio look, se devo sacrificare qualcosa, preferisco iniziare dalla vita mondana quando significa aperitivi, cene fuori al ristorante, spettacoli. E rinunciare alle cose materiali che porterei a casa dallo shopping.

Cambiare assetto mentale: ridurre

Non significa rinunciare alla socialità perché ci sono tanti altri modi per incontrare gli altri. Magari invece di uscire al ristorante per una cena, incontro un’amica a colazione o per un caffè/passeggiata e così via. Non vuol dire rinunciare a vestiti ed accessori. Esistono i mercatini dell’usato, il mercato settimanale, gli swap parties. Si può evitare di muoversi sempre con la macchina, e consumare quindi carburante ed inquinare, e preferire spostarsi a piedi o con i mezzi (anche se in Salento, dove ho la mia base al momento, non è semplice utilizzare i mezzi pubblici).

Organizzazione

Tuttavia esercitare queste rinunce non basta, se non si adotta una strategia e non si fanno dei calcoli precisi. Infatti, è importante stabilire un obiettivo di risparmio e mettere fisicamente i soldi da parte, man mano, e non prenderli. La tecnologia può semplificare diverse operazioni inerenti il nostro quadro finanziario e diventare, così, un vero e proprio supporto gestionale. Come? Esistono svariate calcolatrici online. Sono utilizzate e diffuse soprattutto negli Stati Uniti, ma, dal momento in cui sono gratuite, possiamo fare degli esperimenti anche noi e decidere se inserirle nella nostra cassetta degli attrezzi. Devo ammettere che, nonostante le mie iniziali resistenze, le trovo molto utili! Per chi, come me, a scuola non andava d’accordo con la matematica, utilizzare le calcolatrici può essere un modo per svolgere alcune operazioni di conteggio e risparmio in modo chiaro e semplice. Altrimenti ci sono sempre carta e penna 🙂

Conclusioni

Dall’eventuale guadagno, per esempio, si considerano i soldi che servono per la spesa, casa, tasse, esigenze primarie, corsi/sport. Quello che resta si divide per i viaggi e altre cose in più.

Come ti organizzi? Puoi scriverlo nei commenti oppure scrivermi una mail a drinkfromlife@gmail.com oppure un dm su instagram

Potrebbe anche interessarti Come organizzare un viaggio

Alla prossima puntata con drinkfromlife!

Sara

Anima vagabonda, amo aggirarmi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o deserti sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore. Mi trovi anche sul progetto Sahara View Tours.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *