Come fare l’e-Visa per l’India (passo per passo e con calma)

  • Screenshot_20191106-180026
  • Screenshot_20191106-180057
  • Screenshot_20191106-180138
  • Screenshot_20191106-184858
  • Screenshot_20191106-185941
  • Screenshot_20180818-072707
  • India Travel Map with Sightseeing Places.
    India Travel Map with Sightseeing Places. Vector Illustration.
  • evisa

In partenza per l’India?

Se sei alla prese con il visto elettronico, in questo post scoprirai, passo per passo, come fare l’e-Visa per l’India!

La buona notizia è che puoi compilarlo direttamente dal tuo pc, pagarlo online con la tua carta (io ho utilizzato al postepay). Un volta ricevuta una risposta positiva puoi stamparlo, portarlo con te e partire a cuor leggero!

Attenzione! Questo post è un supporto, ma controlla sempre le fonti ufficiali!


Come fare l’e-Visa per l’India. Iniziamo dal pricipio

L’e-Visa è un visto elettronico. Attraverso questa guida ti spiego come fare l’e-Visa per l’India se sei un cittadino, o una cittadina italiana.

Quanto dura l’e-Visa per l’India?

Solo 2 mesi. Se prevedi si soggiornare in India per un periodo maggiore non puoi richiedere l’e-Visa ma devi seguire la procedura per ottenere un visto di 6 mesi. Ricorda che l’e-Visa per l’India va richiesto come minimo 4 giorni prima della partenza in India.

Gli ultimi aggiornamenti, da agosto 2019, su come fare l’e-Visa per l’India, sono i seguenti:

  1. e-Visa di un mese: prevede due ingressi e costa 10 dollari se il soggiorno si svolge da aprile a giugno, 25 dollari negli altri mesi.
  2. Visto valido un anno, costa 40 dollari. Sono concessi ingressi multipli con permanenza, ogni volta, di 90 giorni.
  3. Visto valido 5 anni, costa 80 dollari. Come il precedente, la permanenza deve durare, goni volta, 90 giorni.

Cosa devi avere a disposizione

  1. Passaporto valido. É necessaria la scansione in pdf della prima pagina con foto e generalità. La dimensione del file deve rientrare tra i 10 e i 300 KB. Il passaporto deve essere valido almeno 6 mesi dalla tua data di arrivo.
  2. Foto digitale. Puoi scansionare una tua fototessera per passaporto (sfondo bianco, senza occhiali)  ma la dimensione deve rientrare tra 10 KB e 1 MB con medesima larghezza e altezza.
  3. Biglietti aerei.
  4. Indirizzo mail.

Ecco come fare l’eVisa: procedimento

Vai sul sito ufficiale indianvisaonline.gov.in

Attenzione, prima di avviare il procedimento puoi scaricare, dal sito, un modello (sample form). In questo modo potrai verificare quali informazioni compilare. 

Seleziona e-Visa.

Evisa

Come fare l’e-Visa per l’India passo per passo

Clicca su Apply here for e-Visa.

Una volta cliccato, sul sito appare la seguente schermata:

Seleziona il tuo passaporto (ORDINARY), la nazionalità, l’aeroporto d’arrivo, la durata del visto.

Inserisci, tra le varie informazioni, la data del tuo arrivo. Salva e procedi cliccando su continue.

Ricordati di trascrivere il temporary application ID. Ti servirà per salvare le informazioni e poi rientrare successivamente per continuare o verificare lo stato del tuo e-Visa.

Se non hai un altro passaporto o certificato d’identità, alla voce Any other valid passport/identity certificate (IC) held clicca no.

Continua a compilare. Ad un certo punto ti viene chiesto se hai origini pakistane. Sembra una domanda curiosa ma, ai fini di rilascio di questo visto, è una domanda importante.

Compila tutti i dati e procedi.

Reference name:

Non entrare in crisi ritrovandoti a compilare il reference name.

Puoi inserire un contatto fidato in India oppure l’indirizzo di un albergo.

Salva e procedi alla pagina successiva, dove è richiesto il caricamento della foto e poi il passaporto.

Fai attenzione a compilare tutto con calma e sangue freddo, respira, fai OM e poi clicca su confirm.

Niente panico, ecco davanti a te il riepilogo del form. Ricontrolla tutto e conferma.

Paga con carta. Si può anche pagare in un secondo momento ma la transazione dura alcune ore.

Quanto costa?

Ho pagato 51,25 USD, 43 euro.

Dipende dal periodo da te scelto.

AGGIORNAMENTO DEL 29/10/2018

Il costo attuale è di 82 dollari, circa 72 euro, ma potrebbe subire ancora delle variazioni.

Attendi dunque la mail di conferma riguardante la presa in carico della pratica.

Qual è il tempo di rilascio?

Ho ricevuto l’ETA (electronic travel authorization) via mail dopo un giorno, alcuni amici in un paio d’ore. In generale arriva al massimo entro 72 ore.

Se leggi Granted alla voce Application Status stappa lo spumante o se sei astemio salta di gioia! Puoi viaggiare in India!

L’ETA va stampato e portato in viaggio insieme al passaporto.

All’arrivo nella magica e incredibile India (mi sto sbilanciando, lo so) esibiscilo con fierezza ai controlli. 😉

Ti verranno prese le impronte digitali e dovrai guardare in un dispositivo: i tuoi dati biometrici fanno parte del via per entrare in India.

In realtà l’ETA non è un visto.

Riceverai all’arrivo in India il visto vero e proprio.

A meno che tu non abbia messo la foto e dati di un’altra persona  – in ambasciata mi hanno detto che a volte accade anche questo! – non vedo motivo per cui non te lo debbano dare.

Rivolgiti ad un’agenzia specializzata se non hai voglia di compilare il modulo

Se hai ancora insicurezze su come fare l’e-Visa per l’India, ti assicuro che la procedura è davvero semplice. Quello che conta è avere i dati necessari alla mano, tempo a disposizione e calma.

Eventualmente, puoi rivolgerti ad un’agenzia affidabile come vistonline. È possibile chiedere un preventivo via mail prima di decidere se affidarti a loro o no.

Non mi resta che augurarti buon viaggio! 🙂

Potrebbe anche interessarti Taj Mahal – cosa devi sapere

Namaste, Salam Aleikum, Ciao!

xxx

Sara Chandana

NOTA BENE: In generale invito a controllare sempre la data del post quando si cercano informazioni su drinkfromlife e nel web in generale, se passa molto tempo ci potrebbero essere delle variazioni, a volte rilevanti. 🙂

Questo post è un supporto ma CONTROLLA SEMPRE LE FONTI UFFICIALI.

Alla prossima puntata con drinkfromlife!

xxx

Sara Chandana

Drinkfromlife è un progetto indipendente, se vuoi supportarlo puoi farlo attraverso il crowdfunding su ko-fi. Grazie. 🙂

Per ricevere altri aggiornamenti in tempo reale e scoprire altre chicche, puoi seguire drinkfromlife sulla pagina Facebook drinkfromlife o su Instagram.

Entra nella community su facebook Viaggio in India – lento e consapevole.

Sara Chandana

Macara vagabonda, ama aggirarsi nelle medine arabe, nei templi indiani, nei borghi salentini o sperduti nel mondo a sentimento, collegata con la Terra e il Cuore.

20 Risposte

  1. Federica ha detto:

    Ottimo post e davvero utile!
    Non conoscevo tutte queste cose..
    L’india mi attira moltissimo e spero di visitarla presto 🙂

  2. elisa ha detto:

    La procedura mi sembra davvero chiarissima dopo aver letto il tuo post…Conto di andare in India quando i bimbi saranno un pochino piu’ grandi…e il tuo blog sara’ una miniera di informazioni 😉

  3. Monica ha detto:

    Complimenti per la chiarezza con cui hai descritto questa procedura. A volte questi aspetti burocratici sembrano molto complicati ed è utile avere una guida.

  4. Rocio Novarino ha detto:

    Non sapevo esistesse un visto per l’india molto simile al famoso ESTA. buono a sapersi, prima o poi me ne interesserò ma gia ho letto i tuoi consigli super utili!!

  5. Giulia ha detto:

    Uno dei motivi che mi frena a visitare l’India è proprio il costo e la difficoltà del visto, ma con l’e-visa tutti questi problemi si riducono! Certo, costicchia sempre un po’, però penso ne valga la pena 😉 grazie per questo post informativo!

  6. Gloria ha detto:

    Ciao ! Molto chiara qua Grazie 🙂
    Una domanda di delucidazione : se non ho i biglietti aerei non posso fare il visto giusto ? Perché vogliono vedere che ho un biglietto andata e ritorno corretto ?

  7. Marina ha detto:

    Una specie di Esta americano o Evida cambogiano! Ottima guida!!

  8. Anna Di ha detto:

    Ottima guida per ottenere il visto per l’India, complimenti per la precisione e la chiarezza. Quando ci sono stata io non c’era il visto on line, ho dovuto mandare passaporto e soldi all’ambasciata a Roma. Quanto bello è ora fare tutto on line?

  9. Ylenia ha detto:

    Articolo molto dettagliato e super utile! Può darsi che io debba andare in India prossimamente, quindi queste informazioni mi risulteranno molto utili, ne prendo nota. Anzi, dovessi avere bisogno di qualche suggerimento ti scrivo 😉

  10. MARTINA BRESSAN ha detto:

    Sto valutando l’India come viaggio “importante” per il 2019. Avevo ricercato le prime informazioni e m stavo spaventando. Questa mi sembra davvero un’ottima guida, complimenti per le informazioni utili e complete che avete dato. Questo e-visa sembra costare un pochino ma evita molti altri problemi.

    • Sara ha detto:

      Ciao Martina, sono sempre felice quando qualcuno mi dice che sta valutando l’India come prossima meta. Mi rendo conto che possa spaventare come paese e ti mentirei se dicessi che è un luogo facile ma quello che ti dona, se entri nel suo flusso, è impagabile. L’e-visa non costa poco ma ti assicuro che la cifra è molto più bassa del visto di 6 mesi.

  11. Ci vorrebbe un vademecum così per tutti i paesi, l’India è nel cassetto tra i sogni ma non so quando sarà il momento giusto. Credo sia in viaggio che va proprio sentito

  12. daniele ha detto:

    ciao, partirò a breve per l’india e vorrei richiedere un visto della durata di 12 mesi, sapete dirmi se ci sono delle restrizioni particolari a parte presentarsi personalmente in consolato? e se viene rilasciato con discreta facilità? grazie mille!!

  13. Angelo ha detto:

    Perché mi appare , sul modulo dopo eTurist la durata di 30 giorni o 1anno , e non 60giorni,?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!