11 lavori hippie da fare in viaggio, in giro per il mondo

  • sydney-rae-151447-unsplash
    Credit Sydney Rae
  • toa-heftiba-250947-unsplash
    Credit Toa Heftiba
  • tran-phu-572268-unsplash
    Credit Tran Phu
  • gnomo david-martin-1141624-unsplash
    Credit David Martin
  • rustic-vegan-756637-unsplash
    Credit Rustic Vegan
  • max-rovensky-545700-unsplash
    Credit Max Rovensky
  • akshar-dave-613564-unsplash
    Credit Akshar Dave
  • helena-lopes-633154-unsplash
    Credit Helena Lopes
  • aditya-chinchure-1043591-unsplash
    Credit Aditya Chinchure
  • whereslugo-453550-unsplash
    Credit Whereslugo
  • renee-fisher-1113986-unsplash
    Credit Renee Fisher
  • fancycrave-307432-unsplash
    Credit Fancycrave
  • ravi-sharma-490718-unsplash
    Credit Ravi Sharma

Sara

Una zingarella vegetariana a spasso per il mondo

31 Risposte

  1. Simona ha detto:

    Io voglio vendere le energy balls in India al tramonto! Sarebbe un modo per lavorare sempre con vista tramonto. Mi sono piaciuti tutti però devo ammetterlo ahahah

  2. Julia ha detto:

    Non ho mai svolto questi lavori, se dovessi sceglierne uno sicuramente opterei per la raccolta della frutta, un po’ perchè mi piace farlo e un po’ perchè credo mi si addica di più

  3. Manuela ha detto:

    Oddio che bello satebbe mollare tutto e girare il mondo,fare questi lavoretti ed essere liberi davvero…

  4. stefy ha detto:

    io ho insegnato yoga e pilates in spiaggia qui vicino a casa (romagna) ma come location non è un granchè, lo farei volentierissimo in una spiaggia con la sabbia bianca, le palme, al tramonto… presente? tutta un’altra cosa!

  5. Roberto Forcina ha detto:

    Alcuni li ho trovati molto bizzarri come lavori…ma per il resto fanno molto selfmade-man!

  6. Sara ha detto:

    Ho trovato molto carini come lavori e soprattutto divertenti! Qualcuno sicuramente avrei provarlo a farlo ma non so se sarei riuscita

  7. Stefania Manfredi ha detto:

    di queste esperienze ne ho fatte solo 3, ma spero di farne ancora tante! 😉 Lo sapevo che in fondo ero un’hippie! 🙂

  8. Giovy Malfiori ha detto:

    Fare lavori del genere è sempre affascinante, almeno nell’idea che essi portano con sé. Il fatto è che, in molti stati esteri, se vieni beccato a lavorare illegalmente, potresti davvero passartela male. Tipo, in California, ma non solo: anche molti stati del Sud America sono molto restrittivi in questo senso. Bella l’idea ma occhio, davvero.

    • Sara ha detto:

      Si, per questo ho avvisato di controllare sempre le leggi locali e di prendere alcune informazioni per le pinze.
      E poi, non scordiamoci l’ironia del post. 🙂

  9. Pass for Two ha detto:

    Ma che bellezza, ben oltre i soliti lavori da fare in viaggio, queste sono sicuramente esperienze fuori dal comune e divertenti! Complimenti per l’originalità come sempre 🙂

  10. Giulia ha detto:

    Ho trovato questo video super interessante, mi hai dato tantissime idee!

  11. Francesca Maria ha detto:

    Sai che non conoscevo la possibilità di lavorare per gli host di workaway? Non conoscevo proprio il progetto? Interessantissimo ..

    • Sara ha detto:

      Credo che workaway sia davvero una gran cosa, lo trovo anche io molto interessante e poi permette d’immergersi totalmente in un’altra cultura.

  12. Raffi ha detto:

    Io non so come ti siano venuti in mente, ma devo dire che ognuno meriterebbe un libro. Sono certa che ne basterebbe uno infatti per raccogliere storie da raccontare fino alla fine del mondo. 😉

  13. Greta ha detto:

    io forse ho un animo hippie perchè questi lavori mi attirano tutti……. chissà in un’altra vita 😀

  14. M.Claudia ha detto:

    Questo tuo post mi ha incuriosito veramnete tanto. Mi hai fatto scoprire un modo di viaggiare alk quale non avevo mai pensato

  15. Lost Wanderer ha detto:

    Mi hai lasciato un gran sorriso alla fine dell’articolo con i tuoi punti sugli hippies e i lavori catalogati sono tutti molto interessanti!

  16. iltuopostonelmondo ha detto:

    Ehehe mi sono divertita troppo a leggere il tuo articolo, sai?
    Io mi sono subito ritrovata nel dare lezioni di yoga sulla spiaggia. Io direi che non è affatto male come lavoro, tu che dici?

  17. Raccogliere le pere è stato per molto tempo il lavoro di un mio amico (un po’ hippy in effetti!) che si è trasferito in Australia e poi in nuova Zelanda. Faticoso, ma lui ha trovato davvero un altro mondo là, e la felicità vera!

  18. Rita Amico ha detto:

    Che vita avventurosa la tua! Ma anche tanto creativa, da esempio per chi davvero non sa godersela come si dovrebbe!

  19. Sabina Samogin ha detto:

    Che bell’articolo! Complimenti! be’ vorrei farli tutti anche l’11…. Ma mi tocca sicuramente cominciare dal 9.

  20. Valentina ha detto:

    Un articolo davvero stimolante e ricco di tantissima energia positiva! E di interessanti proposte, non avevo mai pensato a tutte le opportunità che esistono per viaggiare e fare esperienze lavorative insieme! Io voglio vendere le energy balls sulle spiagge indiane! Oppure dare lezioni di yoga e pilates (su quest’ultima cosa sto pensando di mettermici a lavorare seriamente).. insomma, quanti bellissimi spunti che mi hai dato! <3

  21. sandra chiappa ha detto:

    secondo te che lavoro posso fare su una fredda spiaggia irlandese? Forse solo raccogliere sassi colorati! Però mi piacerebbe un sacco lavorare in un ostello, lo trovo davvero interessante e sopratutto un bel modo per inocontrare bella genete! grazie Sara per la tua ironia!

    • Sara ha detto:

      Ottima idea, raccogliere sassi, decorarli e venderli 😀
      Io spero che questo post, oltre i lavori che ho visto (o sentito) fare, faccia capire che attingendo alla nostra immensa risorsa di creatività possiamo cavarcela in diverse situazioni. E che tutti possiamo viaggiare se lo desideriamo, basta organizzarsi. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!