Visitare il Qutb Minar a Delhi

Se c’è un posto che mi ha colpita a Delhi, nel Nord dell’India, è il Qutb Minar. Si tratta di un minareto, il più alto al mondo, costruito secondo principi di architettura indo-islamica. Quando ci sono andata, accompagnata dall’autista di un amico, ho notato che il costo d’ingresso a tutto il complesso di monumenti costruiti intorno al minareto aveva due differenti fasce di prezzo. Un prezzo per gli indiani e uno per gli occidentali. Questo mi era già accaduto a Mysore e in altro luoghi. Non so se sia giusto o meno ma è bene saperlo.

Ho amato passeggiare lentamente per i giardini intorno al Qutb Minar, sentire l’energia del luogo, fare delle soste per guardare i fiori e le piante, rilassarmi sul prato insieme ai miei amici. Quel giorno, grazie anche alla prevalenza di turisti indiani, mi sono sorpresa a contemplare meravigliata scene suggestive, da cartolina, come dei giovani studenti che si affacciano curiosi da uno degli edifici riempiendo di gioia il luogo 🙂

Sono tornata bambina grazie agli scoiattoli che sgattaiolavano felici e… veloci su quelle mura impregnate di storia 🙂

Ero appena arrivata a Delhi, ospite per alcuni giorni felici di una accogliente e generosa famiglia indiana (prima di proseguire per Varanasi), e visitare il complesso del Qutb è stato come un benvenuto. Dei luoghi solitamente mi colpiscono gli alberi e ricordo che ho amato sostare sotto uno molto grande e sentire la sua forte energia.

Si tratta di un luogo da visitare quasi in punta di piedi, dimenticando la fretta. È importante concedersi il tempo per guardare, sentire, annusare, lasciando che la nostra anima si espanda dinanzi a tanta bellezza. È questo turismo consapevole, attento, rispettoso. Perché la consapevolezza parte da noi.

Se passate da Delhi non potete assolutamente perdervelo e ricordatevi… slow slow 🙂

Potrebbe anche interessarvi Viaggio a Varanasi 🙂

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *