Tra poche ore si parte per l’India

  • 10603196_1008719545815186_4181062128508392418_n
  • 11037346_898167573537051_5744403884559912859_n
  • 10428592_871762052844270_4054459765129802261_n
  • 10846056_894367903917018_487754701058974261_n
  • 10906515_873229142697561_8804399622667995751_n

Ci siamo! Tra pochissime ore partirò per l’India. Lo zaino è pronto. È stato molto interessante in questi giorni osservare i meccanismi mentali in atto, la mia mente ha tentato in tutti i modi di sedurmi e non farmi partire. È anche vero che sono stata benissimo, ho vissuto situazioni meravigliose. Poi c’è stato pure il ritardo nella consegna dei passaporti, perché il mio compagno di viaggio ha il passaporto austriaco e ci sono stati dei disguidi comunicativi tra ambasciate. Se non avesse fatto una serie di telefonate all’ambasciata indiana in Italia e in Austria dubito che sarebbe in procinto di partire.

11037346_898167573537051_5744403884559912859_n

Luoghi nascosti di Arambol…

Alcune persone, in riferimento alla partenza, mi dicono:”Beata te”  ma sto progettando questo viaggio da circa un anno e mezzo e nei mesi estivi ho lavorato con l’obiettivo della partenza. Ho rinunciato ad alcune cose ma nemmeno tante. Anche se, quando l’India chiama, arrivano pure i soldi per partire. Per me viaggiare non vuol dire collezionare timbri sul passaporto ma esplorare altre dimensioni, uscire dai condizionamenti nei quali sono cresciuta, essere aperta a una destrutturazione profonda… E l’India è il luogo perfetto.

Sui ghat a Varanasi

In questo blog ci sono delle informazioni sui luoghi che visito ma soprattutto c’è tantissimo di me, di quello che mi attraversa… non riuscirei a scrivere altrimenti. Voglio riportare le parole che mi ha scritto ieri Chidvilas, un amico che ha realizzato chi è veramente (ma che non si pone mai come un maestro…. pur essendolo per molti) in seguito a un post su facebook nel quale dicevo, tra varie cose, che questo sarà l’ultimo viaggio nel subcontinente indiano. Eccolo di seguito.

Cara, tu pensi di decidere se andare in India e che come scrivi: “Questo probabilmente sarà il mio ultimo viaggio lì… ma è una illusione perché non conosci bene e ancora non hai bene capito cos’è l’India…. L’India per gente come te, non è un posto turistico dove andare a passare un po’ di tempo… È uno stato della Coscienza, è sulla terra il centro della Coscienza universale, Cosmica…. È LEI che ti chiama e fa si che tu ci vada quando è il momento giusto affinché (detto poeticamente…) tu t’imbeva del suo profumo e lo sparga ovunque tu vada… Tantissimi Buddha nei secoli vi hanno vissuto e lasciato la loro fragranza… perché venga divulgata in tutto il mondo… Namaste e buon viaggio… E non sentirti mai sola.. l’amore di chi ti vuol bene è sempre con te e ti protegge…

Appena ho letto queste parole ho sentito nel cuore che è proprio così…

L’India ti fa andare quando vuole lei e ti rimanda pure indietro se è necessario. Tutti i grandi viaggiatori lo dicono: non esiste un luogo al mondo come questo. C’è un’energia particolare e la senti oltre il caos, la sporcizia, l’apparente disordine. E come mi ha scritto un altro amico:”Saranno mesi intensi”. Ne sono certa 🙂

Aggiorniamoci da lì allora 🙂

10846056_894367903917018_487754701058974261_n

A Candolim per incontrare Chidvilas e Jyoti, sua moglie

Un abbraccio dal magico Salento che sto per lasciare.

10906515_873229142697561_8804399622667995751_n

Corvi a Bombay

 

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *