Emigrando in India – il ritorno

  • go-exploree
  • 269231_555207587833053_348825636_n
  • 1668_555265877827224_1110945315_n
  • 1610938_789791727783704_3995106679400990933_n
  • 13043550_998984173512187_3065218507195788352_n
  • 11223586_908732329204039_3744321409008841462_n
  • 10987668_976924748985200_7632506057665347487_n
  • 14292481_1064849080228850_6046598224485336847_n

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

15 Risposte

  1. clara ha detto:

    Cara carissima Chandana, sono molto contenta di leggere che tornerai in India. Fai benissimo, non riesco a dire altro.
    Per me, tornare è un’esigenza, come respirare, e ogni volta è diverso… e io ci torno ormai da quasi vent’anni!!! Che l’India ti doni tutta l’imprevedibile bellezza di cui sa essere capace, e che ti disorienti (in positivo). A presto! Clara
    ps. non me li nominare quei dannati marò!!!

  2. Emanuela ha detto:

    Sai che ti seguirò, seguirò i tuoi spostamenti, le tue storie, i tuoi incontri,guardero’ le tue foto,vivro’ con te il tuo viaggio. In India e dentro te stessa.
    Con tanto amore
    Emanuela

    • Sara Chandana ha detto:

      Dolce Emanuela, grazie per il tuo sostegno. Cercherò di aggiornare questo spazio il più possibile, la Bellezza va condivisa e la Bellezza, oltre i dualismi, per il mio sentire va di pari passo con la Verità. E in India la verità è rimandata di continuo, come uno specchio potentissimo. Ti mando tanto tanto amore, anche alla tua famiglia.

  3. natadimarzo ha detto:

    Carissima,
    sto proprio scrivendo un post che parla di viaggi e di come ogni viaggiatore li viva diversamente. Sono molto affascinata dal tuo modo di viaggiare, e questo richiamo della Mamma India di cui parli sempre mi rende solo più curiosa di andarci (e lo farò, è una promessa); mi rendo conto che per me viaggiare vuol dire anche portare poi tutto a casa, perché i tesori, le emozioni e i miei ricordi trovano sotto il tetto di casa mia un luogo perfetto dove riposare…questo per dirti che non sono fatta per i biglietti di sola andata, però chissà, forse i tuoi racconti (che spero di leggere presto) mi saranno d’ispirazione per vivere il prossimo viaggio con un mood un po’ diverso, con meno programmi, lasciando che le cose vadano un po’ più con la corrente. Buon Viaggio :*

    • Sara Chandana ha detto:

      Ciao mia cara, ti auguro di visitare l’India che è un luogo – contenitore di tanti altri luoghi – così ricco di sfaccettature, con un’energia pazzesca. L’India ti penetra dentro e ti cambia. O meglio, ti avvicina alla tua essenza perché infrange tutte le sovrastrutture che ci siamo creati. A meno che non si vada ben corazzati… ma anche in questo caso, solitamente, lei trova sempre uno spiraglio dal quale entrare e sconvolgere. Anche quando mi ha sconvolta in negativo poi si è rivelato in positivo. Forse non sei fatta per i biglietti sola andata ma puoi anche fare andata e ritorno e poi nella vita non si sa mai 🙂

  4. Daniela ha detto:

    Ciao Sara, spero che questo commento venga pubblicato… Sono molto felice per te di saperti in partenza per la tua amata India! Sei una persona molto coraggiosa, non temi la novità né tantomeno di lasciare la tua terra (amata anche quella, no?) e le tue abitudini. Un viaggio di sola andata, sento tutta la forza che ti anima in questa frase che hai scritto, sento l’entusiasmo e la grande apertura di cuore che hai. Certo, magari il destino indiano mescolerà le carte, ma sono certa che la tua vita l’avrai vissuta fino in fondo in ogni caso. Scrivi appena puoi, sai che sei gli occhi di chi rimane qui 😀
    Un grande abbraccio! Dani

    • Sara Chandana ha detto:

      Grazie Daniela! Si, forse sono coraggiosa, ma ne parlavamo in questi giorni con G., ci vorrebbe più coraggio nel vivere la stessa identica vita per molti anni, come alcune persone che conosciamo. Se di coraggio possiamo parlare. Non potrei rimanere qui un altro inverno, nonostante ami profondamente la mia terra. Sono uno spirito irrequieto che ha sempre bisogno di nuovi stimoli, e se non li riceve dall’ambiente se li crea. Partire, spogliarsi e poi tornare arricchiti per condividere, questo mi piace tanto.
      Grazie di cuore per le tue parole, ti abbraccio mia cara.

  5. natadimarzo ha detto:

    Carissima,
    sto proprio scrivendo un post che parla di viaggi e di come ogni viaggiatore li viva diversamente. Sono molto affascinata dal tuo modo di viaggiare, e questo richiamo della Mamma India di cui parli sempre mi rende solo più curiosa di andarci (e lo farò, è una promessa); mi rendo conto che per me viaggiare vuol dire anche portare poi tutto a casa, perché i tesori, le emozioni e i miei ricordi trovano sotto il tetto di casa mia un luogo perfetto dove riposare…questo per dirti che non sono fatta per i biglietti di sola andata, però chissà, forse i tuoi racconti (che spero di leggere presto) mi saranno d’ispirazione per vivere il prossimo viaggio con un mood un po’ diverso, con meno programmi, lasciando che le cose vadano un po’ più con la corrente. Buon Viaggio :*
    (PS: ho problemi ad inserire i commenti ultimamente, quindi l’ho postato due volte per essere sicura che arrivi, cancella pure quello di troppo 😉 )

  6. valentina ha detto:

    Che bellezza! Quando parti? Io ci passerò in barca, non so quando, non so dove, so solo che ci passerò 🙂 sicuramente nell’anno nuovo 🙂

  7. Francesca ha detto:

    Ciao carissima, sei una forza della natura! Coraggiosa e capace! Ti auguro il meglio per il tuo cuore e per la tua anima. Manda tante belle foto, e tante condivisioni. Un abbraccio e buona India.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *