Post viaggio – come metabolizzare il ritorno da una lunga avventura all’estero

  • 15095482_10211197805644964_3970521314349218971_n
  • 15241835_1177619115648691_2495778645502781742_n
  • 17992259_1414328325254304_4708741262583583057_n
    La Natura è un ottimo sostegno per rigenerarsi
  • 14291704_1122196754527524_2799777913885363474_n
  • 2156aac159e911c384bdd78d29613982
  • 14502984_814109588692789_2300019610994479986_n

Oggi non ti parlerò del mio viaggio recente, non tenterò di elargire consigli su come visitare una determinata meta… Non farò niente di tutto questo ma ti donerò degli spunti post viaggio, il periodo che segue un viaggio lungo, attraverso la mia condivisione.

Per viaggio lungo ne intendo uno da un mese in su.

Leggi anche Rishikesh, i Beatles, lo Yoga, il Gange

Viaggiare per 4 mesi in India con i mezzi pubblici, zaino in spalla e un piccolo budget non è stata una passeggiata. Posso sicuramente parlare di grande avventura che mi messa alla prova  e temprata in tante differenti situazioni ma ho dovuto sviluppare un fortissimo spirito di adattamento.

A Rishikesh

Anche durante il mio post viaggio continuo, in forma diversa, a camminare, esplorare, conoscere. Sono ancora nella fase di digestione…

Scegliere bene il posto in cui tornare. L’impatto iniziale è fondamentale

Per il mio post viaggio ho scelto di stare in casa in campagna da amici che mi hanno ospitata per una settimana. Avevo bisogno di attutire il colpo del ritorno grazie al sostegno della natura, in un ambiente protetto, circondata da persone che potessero comprendermi. Altri viaggiatori.

La Natura è un ottimo sostegno per rigenerarsi

Non potevo compiere scelta migliore. Dopo 4 mesi di viaggio e 2 giorni dal ritorno sono crollata ed è stato un lusso ammalarmi in quello che era il posto giusto per quel momento di passaggio. Il corpo mi ha dato uno stop, quasi a voler dire:” Adesso ti fermi un attimo da sola, per ascoltare e iniziare a metabolizzare il ritorno e l’impatto con le tue radici”.

Prendere tempo

Mi sono isolata per un paio di giorni, chiusa in camera a riposare, lasciando che la febbre si sfogasse da sola, senza prendere medicine. Quando mi sono rimessa in sesto ho iniziato a incontrare le persone care, quelle che ci sono state pure a distanza. Ho preso tempo per tornare a fare, incontrare, socializzare.

Certo anche prendere tempo è un lusso, c’è chi dopo mesi fuori e un volo intercontinentale – sto estremizzando – deve subito tornare al lavoro e non può permettersi di vivere un post viaggio. Per quanto mi riguarda non intraprenderei mai un’avventura del genere con i tempi molto stretti, piuttosto sceglierei di andare un fine settimana a Londra o prenoterei 15 giorni alle Canarie.

Non c’è una soluzione universale. Sono qui solo per condividere la mia esperienza, puoi prendere quello che ti serve dal mio racconto, e lasciare ciò che non ti risuona. Tutto questo è soggettivo, ciascuno agisce in base al proprio sentire e al proprio percorso.

Anche se…

Abbracciare il momento presente

L’India è ormai alle spalle, anche se continua a lavorare dentro e so che questo processo continuerà nei mesi successivi. È fondamentale per me non rimanere attaccata a quello che è stato. Certo, mi piace guardare le foto e condividere con gli altri i racconti. Però è importante anche lasciar andare dentro ciò che è stato per aprirsi al nuovo.

Non mi stancherò mai di dirlo:

Il viaggio perfetto è circolare, la gioia della partenza, la gioia del ritorno. Dino Basili.

Intraprendere delle attività che permettano di stare in ascolto guidati da chi ha più esperienza

Per me la meditazione è vitale, cibo per l’anima. Tornare ogni settimana al piccolo centro, immerso in campagna, che frequento ormai da diversi anni mi svuota prima e rivitalizza poi per tutta la settimana. Poi posso meditare anche a casa mentre lavo i piatti o stendo il bucato ma per l’ego è fondamentale una guida che mi aiuti a osservare i meccanismi della mente.

Mangiare bene e riposare

Sembra scontato prendersi cura della propria macchina biologica ma quanti lo fanno davvero? È fondamentale nutrire il corpo con cibo salutare, dargli acqua e riposo. Durante il viaggio di 4 mesi in India ho cercato di mangiare bene ma spostandomi in continuazione non è stato facile. Adesso devo prestare più attenzione al mio corpo e dargli le attenzioni di cui ha bisogno.

Circondarsi di amici veri e agire assecondando il proprio sentire

Quella del post viaggio è una fase molto delicata e non da sottovalutare, specialmente se senti di essere una persona estremamente sensibile. Quando si torna da un viaggio lungo non si è mai la stessa persona che era partita. Qualcuno faticherà a riconoscerti, qualcun altro crederà che sei uguale a prima perché non può avere idea di ciò che hai vissuto.

Ho preferito circondarmi di persone sensibili e non invadenti, che avessero rispetto anche per la mia fase post viaggio, che parlassero il mio stesso linguaggio. A distanza di un mese dalla mia avventura in India sono ancora nella fase di atterraggio, tanto che in alcuni momenti mi sento in volo 🙂

Eppure è tempo di atterrare e tornare a fare.

Cominciando da qui.

Se vuoi ricevere altri aggiornamenti in tempo reale e scoprire altre chicche, puoi seguire drinkfromlife sulla pagina social drinkfromlife

Vuoi scrivermi per un consiglio o una collaborazione? Allora contattami qui drinkfromlife@gmail.com

Sara Chandana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. clara ha detto:

    Come ti capisco, anche io non sono *ancora* tornata, solo il corpo è qui, e come te sono “nascosta” nella natura, cercando di riprendere il filo delle mie tante vite qui e altrove. Un abbraccio solidale

    • Sara Chandana ha detto:

      Inizio a posare i piedi per terra solo ora… Ieri sono stata a Lecce a un concerto di musica indiana, bellissimo. Non so dove sei ma lo rifaranno il 5 ad Alezio. Mi passavano davanti le immagini dell’India… Al ritorno qui un grande scombussolamento.

  2. clara ha detto:

    Chi suonava? Scendo più avanti, a giugno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *