Nella magia della Natura

È da un po’ che non pubblico aggiornamenti sulla nostra vita da contrada. È un periodo molto sereno, dopo alcune turbolenze di assestamento del mese scorso. Scopro che vivere nella natura, per lungo tempo, significa rallentare i ritmi, ascoltare tutte le voci interiori, anche quelle che non si vorrebbe sentire. Significa semplicemente stare.

Ho aperto il blog per alimentare la mia passione per i viaggi e mi ritrovo a raccontarvi questo viaggio magico nella Natura. Ogni mattina ci svegliamo felici e sorridenti, come se la campagna ci cullasse durante la notte e questa casa costruita con amore ci proteggesse insieme agli animali. Ogni mattina esco per andare in città a sbrigare delle cose e sento forte lo stacco tra la natura e il cemento sebbene distanziati da pochi chilometri.

DSCF5385.JPG

E quando torno, all’ora di pranzo, mi tuffo nuovamente nel sogno della natura. Devo dire che vivere in campagna mi rende più calma e riesco a portare questa calma anche in città, a guardare tutto da prospettive diverse e anche ad apprezzare di più quello che è chiamato progresso. Oggi, sono stata alla biblioteca sociale che si trova in una villetta vicino casa dei miei.

Si tratta di una cassettina aperta dove chiunque può lasciare libri e prenderne altri. È un’iniziativa di Portatori Sani di Sorrisi, gruppo volontari clown, di cui anch’io faccio parte da poco.  Ho lasciato, come al solito, libri e dvd. Per la prima volta ho preso anche io qualcosa e mi sono emozionata. Ho ripensato a chi avrà lasciato quel materiale con amore e che grazie a questo gesto anch’io oggi portavo qualcosa da leggere a casa.

Quando sono in città compro il pane, sbrigo le mie cose, passo da mia nonna… Quando torno in contrada fluttuo nella pace di questo luogo. Gioisco della natura, mi dedico alla scrittura, organizzo piccoli eventi. Giovedì 10 marzo ci sarà un altro Cerchio di Lune, un incontro nella Casa dell’Albero della contrada per noi donne.

Un’occasione magica per condividere, meditare, rilassarsi in questa sorta di Tenda Rossa, come quelle nelle quali si riunivano le donne durante il periodo mestruale, quando si viveva in comunità ed i cicli erano sintonizzati. Ogni domenica Giovanni tiene incontri sulla respirazione yoga, insegnando una tecnica che abbiamo appreso quando siamo stati in India, nell’ashram Meditation Foundation. Una tecnica segreta fino a quando, poco tempo fa, il nostro Swami ha deciso di diffonderla.

Questo facciamo. Viviamo. Creiamo. Tessiamo. Scriviamo. Cantiamo. Ascoltiamo. Stiamo.

Un abbraccio dalla magica contrada.

Se volete potete scrivermi una mail drinkfromlife@gmail.com

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 13 aprile 2016

    […] la consapevolezza che tutto è correlato. Per me che ho vissuto più di due mesi e mezzo a stretto contatto con la natura questa cerimonia è arrivata al momento giusto e così la sessione individuale con Don Lorenzo e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *