Io uso la coppetta/ eco-life – realmente provata

  • 15978121_1200091870087858_9095106762044006620_n
  • 16640558_1385889834763640_8109251930526252785_n
  • 20842307_257989534708044_4653518403250544082_n
  • 20729246_256171074889890_5339714216654182274_n
  • bebe.doctissimo.fr_
    Coppetta mestruale
  • IlMioPrimoCiclo
    Immagine da http://ritentasaraipiufortunato.blogspot.it/2014/01/il-mio-primo-ciclo-ovvero-chi-ha-paura.html
  • 10271566_1035797229774084_7017172079310923856_n
  • IlMioPrimoCiclo

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. natadimarzo ha detto:

    Verissimo! La uso da anni, e anche durante l’ultimo viaggio (ero in Giappone) ho ringraziato per la sua esistenza! Santa coppetta!
    La pubblicizzo sempre fra le amiche e se ne ho l’occasione lo faccio anche con qualche paziente, anche se (e questo è un problema culturale che non riuscirò mai a capire e che dobbiamo cercare di risolvere), c’è ancora in giro un’ottusità sconcertante riguardo il proprio corpo, la propria anatomia e la propria fisiologia, anche fra le ragazze giovani.
    Il primo commento che ho sentito da molte donne (compresa mia madre, che è infermiera e non rientra nella categoria delle ottuse di cui sopra) è :”ma è igienica?” in alternativa a “ma che schifo”…mentre non si sono mai poste il problema con gli assorbenti esterni che sembrano loro la cosa più pulita del mondo (un tessuto di plastica non traspirante, sporco, a contatto con la pelle per ore…oggi non riesco a immaginare di usarlo!) o tanto meno con i tamponi (come rovinare la propria flora batterica, squilibrare il ph della mucosa e predisporla ad irritazioni e infezioni in poche ore).
    Per fortuna ci sono anche molte donne open minded a cui si può proporre una soluzione del genere, che la apprezzano e la consigliano a loro volta 🙂

  2. Sara Chandana ha detto:

    Oh che bello leggere il commento di una donna entusiasta! Poi se non sbaglio, e spero qui di non fare una figuraccia, sei anche una dottoressa! Speravo che qualcuna commentasse questo post come feedback per le aspiranti indossatrici di coppetta 😀 Anche io avevo tanti pregiudizi eppure adesso non potrei farne a meno. Non vedo l’ora di portarla in viaggio anch’io, intanto mi ha semplificato la vita al lavoro, al mare e in tante occasioni. Un bacio.

  3. Letizia ha detto:

    Sono affascinata ed interessata alla coppetta, ma ho un dubbio che voglio esporti… Come fare se in viaggio mi trovo in condizione di usare bagni sporchi, dove non si riesce a lavarsi le mani col sapone, magari col lavandino esterno rispetto al WC? Io ho remore di tipo igienico, non fisico, perché mi piacerebbe molto usarla…

    • Sara Chandana ha detto:

      Ciao Letizia, hai fatto bene a chiedere 🙂 Posso scriverti per quello che riguarda la mia esperienza. Io porto sempre un piccolo flacone di sapone con me e se non trovo il lavandino lavo le mani con una piccola bottiglia d’acqua o al massimo con le salviettine, in extremis. Comunque puoi cambiarla ogni 12 ore, io che conosco il mio ciclo in alcuni giorni anche dopo e per questo non è stato difficile organizzarmi. L’ho usata anche in India dove sono stata per 4 mesi quest’anno, puoi immaginare le condizioni igieniche lì… eppure sono sempre riuscita ad essere pulita 🙂 Chiedi ancora se hai dei dubbi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *