5 cose da fare a Galatina nel Salento

Galatina è una cittadina del Salento conosciuta soprattutto per la Taranta, il ragno velenoso che terrorizzava i contadini e le contadine con i suoi morsi facendoli impazzire, ma i turisti la scelgono anche per le sue meraviglie. Quando, anni fa, lavorai per un breve periodo all’ufficio di accoglienza turistica mi resi conto che da qui passa gente di tutto il mondo, entusiasta del luogo e della sua gente.

Sono nata e cresciuta qui, tra una parentesi e l’altra. Un anno e mezzo fa ci sono tornata a vivere e in me è nato un grande amore per questa città che sta crescendo e si sta evolvendo grazie soprattutto a gruppi di cittadini che si danno da fare in diversi ambiti. Di seguito almeno 5 cose da fare se passate qui e ovviamente non esitate a contattarmi… sarò felice di farvi da Cicerone 🙂

1- Visitare la Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, nel centro storico. Realizzata tra il 1369 e il 1391, secondo la leggenda per custodire le reliquie del dito della santa, è un monumento di arte romanica pugliese e gotica. Lasciatevi incantare dagli affreschi al suo interno e non dimenticate di fare una piccola passeggiata nel chiostro accanto. Per gli orari di visita consultate il sito basilica orsiniana

Affreschi della Basilica

Immagine da Flickr

2- Fare un salto indietro nel tempo passeggiando nel centro storico, un vero e proprio museo a cielo aperto. Eleganti edifici impreziositi di balconi barocchi, pietra leccese, corti accoglienti e fiorite… Da visitare con calma partendo da Piazza San Pietro con la maestosa Chiesa Madre e continuando sulla destra verso la chiesetta di San Paolo per poi perdersi nei vicoletti…

3- Vedere il Pozzo di San Paolo, definito il santo guaritore. Il pozzo magico si trova all’interno di Palazzo Vignola. La leggenda dice che chi veniva pizzicato dalla Taranta potesse guarire bevendo l’acqua del pozzo.

Foto da wikipedia

Foto da wikipedia

4- Mangiare un pasticciotto de lu Scalone. Il pasticciotto, dolce cotto al forno con pasta frolla e crema pasticcera,  è nato qui. Nel 1745 , Nicola Ascalone creò il pasticciotto con gli avanzi di pasticceria. Andate nel centro storico, nella via dell’Orologio e troverete proprio quella pasticceria, dall’atmosfera retrò, dove assaporare il re dei pasticciotti 🙂

Foto da wikipedia

Foto da wikipedia, il pasticciotto di Galatina!

 

5- Lasciare un libro alla biblioteca sociale, situata all’interno della villetta San Francesco, per far girare la cultura. Si sa, i viaggiatori hanno sempre qualcosa di cui vogliono disfarsi durante il viaggio. Lasciare quel libro che avete letto e potrebbe far felice qualcuno.

Biblioteca sociale

Biblioteca sociale di Galatina

Per approfondire leggete anche Il tarantismo a Galatina

Se siete dei galatinesi probabilmente starete pensando che ho dimenticato qualcosa… don’t worry nulla è lasciato a caso e ci sarà occasione per raccontare ancora di Galatina su drinkfromlife 🙂

 

Immagine in evidenza da rete comuni italiani.

 

 

Sara Chandana

Nomade sognatrice immersa nei colori

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Emanuela ha detto:

    Ciao dolce amica, belli come sempre i tuoi racconti di luoghi e viaggi.
    Se ti va mi trovi su instagram, mi trovi con il nome della mia mail.
    Un grande abbraccio

  2. Sara Chandana ha detto:

    Ciao cara! Grazie di cuore! Sono felice di raccontare della mia cittadina. Ti ho aggiunta su Instagram 🙂

  1. 19 maggio 2017

    […] frazione della mia cittadina, Galatina. In passato ti ho parlato delle casine fatate di Noha e di 5 cose da fare a Galatina, ricordi? […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *